Arceto in lutto. È morto il maestro Abramo Uriti, fondatore della società di calcio

6/2/2015 – Cordoglio ad Arceto e in tutto lo Scandianese per la scomparsa Arceto del maestro Abramo Uriti, spentosi ieri 5 febbraio a 78 anni. Era nato a Scandiano il 5 gennaio del 1937, ma la sua vita era sempre stata nella popolosa frazione. Lascia la moglie Maura Bergianti, i figli Elena e Giorgio (segretario della Fim Cisl di Reggio Emilia), i nipoti Luca, Simone, Romeo e Paolo, la nipote Federica e molti parenti. Suo fratello Enrico, noto calciatore, se n’era andato nel giugno di 2 anni fa, a 69 anni.
Chi ha avuto il privilegio di conoscere Abramo Uriti,  difficilmente lo potrà dimenticare. Persona sobria, coltissima, di grande intelligenza, di profonda fede cristiana e sempre pronto a dare una mano a chi ne aveva bisogno. “Nel corso della propria vita ha sempre messo al servizio della comunità la propria sensibilità sociale, con la misura e il tatto che gli erano propri”, così lo ricordano i familiari.
Maestro e punto di riferimento per tanti anni nella Scuola elementare di Ventoso, ha offerto un esempio di dedizione al lavoro di insegnante, professione che amava moltissimo e che svolge anche la figlia Elena. E stato il fondatore e primo presidente della società di calcio dell’Arcetana, in cui ha militato, unitamente all’indimenticato fratello Enrico e al figlio Giorgio. Consigliere comunale a Scandiano negli anni sessanta, fu  presidente della Croce rossa italiana di Scandiano per tanti anni e volontario nella Federazione nazionale pensionati Cisl di Scandiano:  ha sempre avuto nel cattolicesimo democratico il suo riferimento.
Ha affrontato la lunga malattia con fede e coraggio, essendo una volta di più di esempio a chi gli è stato vicino e gli ha voluto bene. “Con tanta tristezza, ma con altrettanta serenità, possiamo rivolgere un ultimo affettuoso saluto ad un galantuomo. Ciao Abramo”, scrivono i familiari.
Tra le condoglianze, quella di Margherita Salvioli Mariani, segretaria provinciale della  Cisl: “l’impegno civile nei diversi ambiti della vita civile profuso da Abramo ne ha fatto valido esempio per le tante persone che lo hanno conosciuto, sia nel lavoro che nel volontariato o nell’attività sindacale. E’ una strada verso la quale ognuno di noi nel suo piccolo è chiamato: alla famiglia e al nostro collega Giorgio esprimo la vicinanza di tutto il mondo sindacale Cisl”.
La recita del rosario oggi, venerdì 6 febbraio, alle 18.30 presso la camera mortuaria di Scandiano. I funerali domani, sabato 7, partendo alle 9.00 per la chiesa di Arceto.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *