Rapirono la figlioletta: i coniugi Camparini condannati a otto mesi di carcere

14/1/2015 – I coniugi reggiani Massimiliani Camparini e Gilda Fontana sono stati condannati a otto mesi di reclusione dal tribunale di Reggio per aver rapito la figlioletta Maria Giulia , che oggi ha 9 anni, dalla struttura per minori gestita dai servizi sociali del Comune di Reggio a cui era stata affidata dal giudica. Ieri il tribunale ha accolto le richieste del pm, disponendo anche un rimborso simbolico di un euro per la tutrice legale della bambina. L’episodio risale al 2010, quando madre e padre prelevarono la figlia dal centro di accoglienza e la portarono in Slovenia, facendo perdere le loro tracce per qualche giorno. Poi riportarono spontaneamente la bimba.
A questo seguì un altro rapimento da un centro vacanze per minori di Marina di Massa. La famiglia fu poi rintracciata in Svizzera? A seguito di questo episodio i Camparini hanno perso la patria potestà e la piccola Maria Giulia è stata definita adottabile dal giudice: ne è nato un caso nazionale, con una vasta mobilitazione a favore dei Camparini. Sino a che punto è lecito togliere un figlio ai genitori per darlo ad altri?
   

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *