Quarantenne reggiana e tunisino in manette: in macchina avevano 81 grammi di eroina

27/1/2015 – Nella serata di ieri gli uomini della Squadra Mobile hanno arrestato Lidia Incerti Formentini, quarantunenne reggiana, e Cherif Walid, cittadino tunisino di 31 anni,  per detenzione a fini di spaccio di 81 grammi di eroina.

Nel corso di specifici servizi antidroga e contrasto al crimine diffuso, nei pressi di Via del Partigiano, in direzione Reggio Emilia, è stata notata una Fiat Panda con alla guida la Formentini Incerti, vecchia conoscenza delle aule giudiziarie, e al suo fianco il cittadino extracomunitario. Dopo aver fermato l’auto, gli uomini procedevano al controllo del mezzo, scovando numero 3 involucri di cellophane contenenti complessivamente 81 grammi di eroina posati sul tappetino ai piedi del passeggero.

La donna nel settembre 2013 era stata sorpresa con 104 grammi sempre di eroina. Non meno voluminoso il fascicolo del tunisino: denuncia in stato di libertà per essere sprovvisto di documenti di identificazione e aver fornito più volte diversi alias a pubblico ufficiale, decreto di espulsione emesso dal Questore di Agrigento, possesso e spaccio di sostanza stupefacente, minacce, rissa e lesioni in carcere, resistenza a pubblico ufficiale.

Al termine delle operazioni di identificazione, dopo aver perquisito il mezzo e aver trovato un cellulare su cui sono in corso accertamenti,  i due sono stati tratti entrambi in arresto per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. L’eroina verosimilmente destinata a rifornire gli spacciatori al minuto della piazza reggiana, è stata sottoposta a sequestro in attesa degli accertamenti tecnico-chimici.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *