Chi e perchè ha ucciso Aldo Moro. Castagnetti, Antonella Incerti e Gero Grassi discutono della notte della Repubblica

23/1/2015 – Chi e perché Aldo Moro? E’ il titolo e il tema dell’incontro di oggi venerdi 23 gennaio (ore 18,30) all’ Hotel Mercure Astoria di Reggio  e a cui prenderanno parte la deputata Pd Antonella Incerti, l’ex vicepresidente della Camera Pierluigi Castagnetti e il vicepresidente del gruppo Pd alla Camera Gero Grassi. Il racconto della vicenda del presidente Dc rapito e ucciso dalle Brigate Rosse sarà affrontato a partire dalla lettura dei documenti di Stato.

Sono passati 36 anni dal 16 marzo 1978, data del rapimento di Aldo Moro e dell’omicidio dei cinque uomini della sua scorta in via Fani a Roma. Lo stesso dicasi per il 9 maggio 1978, quando, a Roma, in via Caetani, fu ritrovata la Renault rossa con il corpo senza vita del Presidente della Democrazia Cristiana.
L’omicidio di Aldo Moro, per la drammaticità dell’evento e per i lunghi 55 giorni di agonia, ma anche per la divulgazione che ha avuto grazie ai media, è stato un evento unico nella storia della Repubblica Italiana. Chiunque ha vissuto quelle giornate non potrà mai dimenticare quando prima delle 9 del 16 marzo ’78, Bruno Vespa annunciò in tv il rapimento dello statista democristiano, poi ucciso a freddo cinquanta giorni più tardi: delitto di cui si assunse la responsabilità Prospero Gallinari come esecutore materiale. Gallinark è morto portando con sè nella tomba, molti, troppi segreti di una vicenda in buona parte ancora da scrivere.  Eppure su Aldo Moro e la sua vicenda umana e politica sono stati scritti oltre mille libri. Sono stati prodotti diversi film e girati una infinità di documentari e servizi giornalistici. Si sono svolti cinque lunghissimi processi.
Il Parlamento nel 1979 ha realizzato la Commissione parlamentare d’inchiesta sulla strage di via Fani, sul sequestro e l’assassinio di Aldo Moro e sul terrorismo in Italia e la Commissione parlamentare d’inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione sui responsabili delle stragi nel 1992, 1994, 1996, 2001. I lavori di queste Commissioni hanno prodotto una trentina di Relazioni ed oltre 150 volumi. Una quantità immensa di documenti dai quali, purtroppo, nonostante gli anni intercorsi, non emerge ancora la completa verità sull’intera vicenda.

“Una sintesi di questo enorme lavoro – sottolinea il Pd reggiano presentando l’incontro – al fine di consentire una facile lettura dei passaggi più significativi ed importanti è stata realizzata da Gero Grassi senza alterare il senso globale del lavoro e riportando sempre e solo fedelmente passi del lavoro acquisito. Nessuna manomissione o aggiunta è stata effettuata e nella sintesi sono sempre state riportate fedelmente le dichiarazioni originali.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *