Ottimo 2014, ma la Grissin Bon perde l’ultima partita

LA GRISSIN BON HA CONCLUSO UN FANTASTICO 2014 SCIVOLANDO SUL PARQUET DI CANTU’. PUNTEGGIO FINALE DI 64-63 PER L’ACQUA VITA SNELLA CHE HA PREVALSO A 3 SECONDI DALLA FINE PER UN BANALE ERRORE DI DIENER CHE E’ STATO, COMUNQUE, IL MIGLIORE DEI BIANCOROSSI E IL MIGLIOR MARCATORE DEL MATCH. SOLO 13’ IN CAMPO PER DONELL TAYLOR CHE HA RESCISSO IL CONTRATTO CHE LO LEGAVA ALLA PALLACANESTRO REGGIANA.

gbtab

di Carlo Codazzi

La Grissin Bon è scivolata sul parquet di Cantù perdendo 64-63 contro l’Acqua Vitasnella e chiudendo così un fantastico 2014 con una sconfitta. I biancorossi hanno giocato una gara così così contro un’avversaria in crisi d’identità che era reduce da una terribile striscia negativa di 5 sconfitte consecutive. Non è bastato alla Reggiana la grande prova di Drake Diener (22 p. per lui) anche perché, ironia della sorte, proprio lui ha regalato banalmente a 3”31 dalla sirena finale i liberi che hanno permesso a Williams di portare in porto per Cantù i 2 preziosissimi punti del match.

gb11Menetti ha schierato il quintetto iniziale con Cinciarini, Taylor, Diener, Silins e Cervi opposti a Gentile, Feldeine, Jones, Buva e Shermadini scesi sul parquet agli ordini di coach Sacripanti che ha lasciato in panchina, concedendo loro poco spazio in partita, i discussi Odom e Hollis. Scaripanti ha poi piazzato Jones in pressione su Cinciarini azzeccando in pieno la mossa tattica. Max Menetti ha poi richiamato Taylor concedendogli solo 13’ nei primi due quarti di gara. Evidentemente, il tecnico ha giudicato Donell poco concentrato per via dello scontata rescissione contrattuale e del conseguente addio alla Grissin Bon, ma la cattiva serata dei giovani gioielli reggiani Della Valle e Mussini avrebbe potuto suggerire un utilizzo maggiore del colored statunitense. Il match è stato caratterizzato dalla grande intensità difensiva adottata dalle due formazioni, in particolare da Cantù, con i rispettivi attacchi in difficoltà. Ma a soffrire maggiormente è stata la formazione reggiana, favorita alla vigilia, e tecnicamente superiore all’avversaria.

Cantù ha concesso pochi spazi agli attacchi biancorossi, sporcando le linee di passaggio degli ospiti e obbligando Reggio a forzate conclusioni da 3. Nella ripresa la Grissin Bon in almeno 4 occasioni non è riuscita a concludere l’azione di attacco entro i 24” e questo la dice lunga sulle difficoltà incontrate da Conciarini e compagni contro l’aggressiva difesa canturina. La partita è sempre stata in equilibrio con Cantù, comunque, a fare da lepre e i biancorossi ad inseguire. Menetti ha adottato spesso la zona in fase difensiva, in particolare la 2-3, con Cervi spostato dalla plancia (mossa forse non azzeccatissima..). L’Acqua Vitasnella ha tentato il break decisivo a inizio ripresa quando ha toccato un vantaggio di 10 p (49-39). Reggio è risalita, grazie soprattutto a Diener, fino a portarsi in vantaggio 61-63 a 1’33” dalla fine con palla in mano.

Non è successo niente, però, su entrambi i fronti fino ai fatidici 3”31 finali quando la Reggiana ha aveva la palla in mano con Diener. Il successo pareva vicinissimo per la truppa di Menetti, ma Drake non si è inteso con Cervi che aveva tagliato dentro l’area e ha regalato il pallone a Williams commettendo su quest’ultimo un banale, incredibile, fallo che ha consentito al lungo canturino di portarsi  in lunetta. Williams (mvp della gara) ha azzeccato il primo libero  sbagliando poi  il secondo, inutile anche il disperato tiro di Polonara sulla sirena) permettendo alla sua squadra di vincere la partita e di ridarle ossigeno in classifica.

Una sconfitta evitabile e amara per la Grissin Bon che ha sofferto ancora una volta l’assenza di Kaukenas e che dalla gara con Caserta (domenica 4 gennaio, al Palabigi, alle ore 18,15)dovrà fare a meno anche di Donell Taylor non confermato alla scadenza del contratto così come era capitato a Ksistof Lavrinovic. Il tempo dirà se la scelta della dirigenza biancorossa è stata azzeccata. La Grissin Bon, comunque, ha chiuso un anno fantastico in cui ha regalato ai suoi tifosi la grande gioia della conquista dell’Eurochallenge.

ACQUA VITA SNELLA CANTU’-GRISSIN BON REGGIO 64-63 (PARZIALI 24-19,35-35, 51-49)

Migliori  marcatori: Acqua Vitasnella Cantù Jones 18, Feldeine e Williams 12 – Grissin Bon Reggio Emilia Diener 22, Polonara 10, Cinciarini 9

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *