Nascondeva la cocaina nel manubrio della bici: preso, grazie anche ai cittadini, il pusher nigeriano del Villaggio Stranieri

18/1/2015 – Nel manubrio della bicicletta occultava le dosi di cocaina e nelle scarpe quelle di marjuana. Ma questi accorgimenti per evitare di finire nei guai non gli sono bastati a un pusher nigeriano,   in quanto i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Reggio Emilia, grazie anche alla collaborazione dei cittadini, l’hanno tenuto d’occhio per diversi giorni sino a quando non lo hanno preso sul fatto. 
Smontando le manopole del manubrio della sua bici, sono infatti saltate fuori una quindicina di dosi di cocaina, mentre all’interno delle scarpe erano occultati alcuni grammi di marjuana. 
L’uomo viveva in una stanza affittatagli in nero da un reggiano un appartamento del Villaggio Stranieri dove i Carabinieri, nel corso della perquisizione, hanno rinvenuto e sequestrato materiale per il confezionamento delle dosi e oltre 100 euro in contanti ritenuti, dato lo stato di nullatenenza dell’interessato, provento dello spaccio. 

Al vaglio ovviamente la posizione del reggiano in relazione ai tributi evasi derivati dal percepimento di 130 euro mensili per l’affitto della camera.

I Carabinieri hanno così arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il cittadino nigeriano John Kenn IBHAYEHOR, 42 anni,  domiciliato a Reggio Emilia. A indirizzare i Carabinieri verso la sua attività illegale nel quartiere Villaggio Stranieri sono state le segnalazioni dei cittadini, insospettiti dal vedere spesso un uomo di colore smontare le manopole marroni della bicicletta nera da donna nera da lui usara, prendere degli involucri, nasconderli in bocca e allontanarsi.
 Dopo averlo pedinato e individuato l’abitazione, dove peraltro non risultava censito dagli accertamenti anagrafici svolti, i militari venerdì pomeriggio lo hanno bloccato mentre viaggiava sulla bici nelle vicinanze di Via Papa Giovanni.
 Dopo aver scaraventato a terra i due cellulari in suo possesso rendendoli inservibili (probabilmente per impedire ai Carabinieri di intercettare chiamate dei clienti) l’uomo, credendo di non essere visto, ha gettato un mazzo di chiavi prontamente recuperate dai Carabinieri. Smontate le manopole della bicicletta, i militari recuperavano una quindicina di dosi di cocaina. Poi hanno perquisito la stanza affittara in nero, dove c’erano il  materiale per il confezionamento e un centinaio di euro in contanti. Portato in caserma le sorprese non finivano: sottoposto a perquisizione personale veniva trovato in possesso anche di alcuni grammi di marjuana nascosti dentro le scarpe. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *