Casalgrande: minaccia la ex con pistola e scimitarra. E in casa gli trovano un pacco di marijuana

26/1/2015 – Non aveva digerito la fine del rapporto e quindi ha sfogato la sua rabbia attraverso i social network con pesanti post contro la ex  e il suo nuovo fidanzato, e con sms dal cellulare.
Il danneggiamento della macchina dell’attuale fidanzato  ha spinto la ragazza, ieri sera, a presentarsi sotto casa dell’ex con suo fratello e l’amico per chiarire la situazione.
Quando si sono presentati alla porta sono stati ricevuti dall’uomo, 30 anni, di Casalgrande con tanto di pistola in pugno, poi rivelatasi ad aria compressa, e una scimitarra infoderata.
I tre hanno quindi chiamato il 112 che ha inviato sul posto una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Casalgrande. I militari dopo essere riusciti a calmare gli animi, particolarmente accesi,  hanno raggiunto il cortile dell’abitazione dell’ex fidanzato, notando vicino alla porta d’ingresso una scimitarra.
A quel punto è scattata la perquisizione dell’abitazione  alla ricerca di armi, in quanto l’uomo non risulta detentore di pistole. In effetti nessun’arma illegale è saltata fuori, se non una pistola ad aria compressa priva del tappo rosso, risultata essere quella utilizzata per la minacce.
Ma il 30 enne è finito egualmente in carcere:  i Carabinieri hanno rinvenuto 275 grammi di marijuana, suddivisi in più involucri, e un bilancino di precisione. Pistola ad aria compressa e scimitarra nonché lo stupefacente venivano sequestrati, e l’uomo arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e detenzione illegali di armi. Nei guai anche il nuovo fidanzato, un 23enne scandianese, che sarà denunciato alla Procura reggiana per il reato di porto abusivo di armi: i Carabinieri hanno rinvenuto sul ciglio della strada un manganello. Lo aveva portato lui.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *