“Il paradiso dei folli”, nuovo romanzo storico di Matteo Incerti. Presentazione con i partigiani del “Gufo Nero”

21/1/2015 – Venerdì 23 gennaio alle ore 21 presso la biblioteca Comunale di Cadelbosco Sopra si svolgerà la presentazione del romanzo storico “Il paradiso dei folli” scritto dal giornalista reggiano Matteo Incerti. Basato su incredibili storie vere che si intrecciano dal 1943 ai giorni nostri, il libro è il prequel e sequel del romanzo “Il Bracciale di Sterline”.

Alla serata, organizzata da ANPI Cadelbosco Sopra con il patrocinio del Comune di Cadelbosco Sopra, partecipano
l’autore Matteo Incerti e i partigiani e protagonisti del romanzo: Libero “Iames” Bonini, Faures “Falco” Poli, Giovanna “Libertà” Quadreri, tutti della squadra partigiana ‘Gufo Nero’.

TRAMA-  La vera storia di un manipolo di donne e uomini che incrociarono i propri destini sui campi di battaglia della seconda guerra mondiale. Dalla Sicilia allo sbarco in Normandia, da Montecassino ad Anzio fino alla Resistenza lungo la Linea Gotica con la leggendaria “Operazione Tombola” a Botteghe d’Albinea nel marzo 1945 attraversando il  tragico eccidio delle Reggiane nel luglio 1943  ed i bombardamenti su Reggio del gennaio 1944.
Dopo settant’anni tra peripezie, musica, set di Hollywood, guerre di spie, amori e vite salvate, un libro li fa di nuovo  incontrare. Dall’Australia, all’Italia, dalla Scozia agli Stati Uniti.
E i tasselli di un puzzle, che sembravano dispersi nel tempo, si ricompongono incredibilmente in un gioioso inno alla vita. 
Una grande avventura, in cui si intrecciano vicende strepitose, tutte storicamente documentate e le vite di tanti partigiani e staffette reggiane al centro di incredibili vicende che hanno scritto la Storia del nostro Paese e del Mondo. Tra questi i cadelboschesi Libero “Iames” Bonini e Faures “Falco” Poli e la reggiana Giovanna “Libertà” Quadreri della squadra speciale partigiana ‘Gufo Nero’ protagonisti della presentazione del libro a Cadelbosco Sopra presso la biblioteca comunale.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *