Gibertini e l’intervista a Sarcone. Claudio Fava (Antimafia): “Inquietante la permeabilità del sistema dell’informazione”

29/1/2015 – Il vicepresidente della Commissione Antimafia, Claudio Fava, giudica l’operazione di ieri che ha portato a 160 arresti “straordinaria e inquietante per il livello di compromissione che svela tra la ‘ndrangheta e circuiti insospettabili dell’economia, della politica, dell’informazione e delle istituzioni”. E’ il commento del vicepresidente della Commissione Antimafia Claudio Fava sull’operazione Aemilia.
“Preoccupa in particolare la permeabilità del sistema dell’informazione: l’ampia intervista concessa da un quotidiano al capocosca Nicolino Sarcone, gli uffici di pubbliche relazioni mafiose affidate dalla ndrangheta a un noto giornalista televisivo arrestato nel corso dell’operazione, le pubbliche campagne di sostegno a favore della famiglia Grande Aracri e dei loro sodali – osserva Fava – sono tutti segnali gravi e inequivocabili”. “Sarà cura del comitato che coordino in seno alla Commissione Antimafia sui rapporti tra mafie e informazione – conclude Fava – ricostruire contesto e dettagli di questa vicenda. Che purtroppo non è isolata: in questi anni la pervasività delle mafie non sempre ha incontrato adeguati ostacoli nel mondo dei media”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *