Fuitina old style. I Carabinieri rintracciano a Reggio ragazzina di 14 anni fuggita da casa in estate. Viveva col fidanzato di 25 anni

7/1/2014 – La “fuitina” vecchio stile di un uomo di 25 anni e di una ragazzina di 14 è finita dopo mesi con la denuncia di lui e il ritorno a casa a Torino della minorenne che, scomparsa quest’estate, è stata trovata sana e salva dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Reggio Emilia in un appartamento ospite del fidanzato parecchio più grande di lei.
La scomparsa è stata quindi ricondotta alla fuga volontaria per amore , come ammesso dalla stessa 14enne ai Carabinieri reggiani. Una fuitina che ha inguaiato il fidanzato abitante in città, denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia per sottrazione consensuale di minorenne.
Una storia a lieto fine quindi quella risolta dai Carabinieri, a sollievo dei genitori della ragazza avevano temuto il peggio.
Sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia San Carlo di Torino, nella cui città vivono i genitori e dove la minore è nata, ad attivare alla vigilia di Capodanno i colleghi della Compagnia di Reggio Emilia. I militari infatti,  avendo acquisito l’utenza telefonica nel frattempo utilizzata dalla ragazza, hanno effettuato le attività tecniche di tracciamento che conducevano per l’appunto al capoluogo reggiano. Le indagini passavano quindi ai Carabinieri di Reggio Emilia che,
coordinati dalla locale Procura, hanno quindi avviato le attività di intercettazione che hanno portato alle dovute conferme in ordine alla presenza della minore in città. I successivi riscontri investigativi consentivano ai Carabinieri di individuare in un appartamento del capoluogo il luogo dove poteva trovarsi la ragazza.
L’altra mattina il blitz dei Carabinieri con il rintraccio
della ragazza all’interno dell’appartamento occupato da un 25enne abitante in città. E’ quindi emersa la fuga d’amore, ammessa dalla stessa ragazza e riscontrata dalle risultanze investigative dei Carabinieri, culminata con la denuncia in stato di libertà del fidanzato. La ragazza apparsa in buona
salute è stata quindi presa in consegna dai Carabinieri che data l’età l’hanno collocata in una comunità per il successivo riaffido ai genitori esercenti la patria potestà subito informati e tranquillizzati dai Carabinieri sul ritrovamento della ragazza.
 
 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *