Firmato l’accordo anti-boicottaggio alla Mazzoni & Bizzaglia di Gattatico. Ritirati i dieci licenziamenti disciplinari

15/1/2015 – Firmato giovedì pomeriggio in Provincia a Reggio Emilia  dopo una maratona di quattro ore, l’accordo che mette fine alla vertenza sindacale alla Mazzoni & Bizzaglia di Gattatico dove, a seguito di dieci licenziamenti disciplinari, i lavoratori avevano dato vita a un’azione di boicottaggio dei camion con la merce della Procter & Gamble, principale committente  dell’azienda.

Dopo una lunga trattativa i rappresentanti Si.Cobas, la proprietà dell’azienda, la Provincia di Reggio e il Comune di Gattatico hanno siglato il testo di un accordo che prevede: il ritiro del licenziamento disciplinare per giusta causa a carico di 10 dipendenti e l’immediato reintegro; il coinvolgimento, in caso di futuri contenziosi, del Sindaco e del Presidente della Provincia, per esercitare un’azione di mediazione e, infine, l’istituzione di un tavolo di confronto per approfondire le questioni che hanno costituito tensioni all’interno della ditta in questi mesi.

Il presidente Manghi e il sindaco di Gattatico Gianni Maiola hanno espresso “grande soddisfazione”  soprattutto per essere riusciti a garantire  l’occupazione su un territorio che, diversamente dal passato, è colpito dalla crisi. Il Comune in primis e la Provincia in un secondo momento si pongono come garanti di mediazione e sono formalmente ingaggiati per stemperare eventuali conflitti. Solo negli ultimi mesi la situazione della ditta era sfociata in tensioni, mentre per tredici anni l’azienda non è stata mai coinvolta da episodi di problematicità. È un sollievo e, a livello politico-istituzionale una grandissima soddisfazione, essere arrivati a questo positivo accordo e avere ristabilito serietà, senso di responsabilità e rispetto a beneficio di tutti i soggetti protagonisti della vicenda”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *