Dilagano gli abusi sui minori sul web. Triplicati gli arresti in Emilia

13/1/2015 – “i dati che emergono dal rapporto della Polizia postale sulla pedopornografia in Emilia-Romagna sono allarmanti: è necessario agire con urgenza per arrestare il pericoloso aumento degli abusi in Rete nei confronti dei minori”. Lo dichiara, in una nota, la deputata reggiana del Pd e responsabile nazionale del partito per l’infanzia e l’adolescenza, Vanna Iori.
 “Nell’ultimo anno – sottolinea Iori – le denunce e gli arresti per pedopornografia in Emilia-Romagna sono triplicati, passando da 9 a 26, e questi dati testimoniano la gravità di questi fenomeni, che vanno contrastati partendo soprattutto da un potenziamento della Polizia postale e della formazione dei genitori”. “Questi comportamenti – spiega la deputata del Pd – potrebbero essere evitati o per lo meno ridimensionati con una maggiore attenzione dei genitori nei confronti dei minori, che troppo spesso utilizzano i pc e i social network in totale solitudine”.
 “La formazione – conclude Iori – è essenziale, ma occorre anche assicurare alla polizia postale di lavorare con i mezzi adeguati: in tal senso ho presentato un’interrogazione alla Camera, rivolta al ministro Alfano, per preservare le sezioni di Polizia postale e delle comunicazioni da un loro ridimensionamento, che metterebbe a grave rischio l’azione della stessa Polizia postale e, di conseguenza, la prevenzione, il contrasto e la repressione della pedopornografia e del cyberbullismo”.
Va ricordata in proposito la campagna condotta per anni al Parlamento europeo da parte dell’ex eurodeputato reggiano Tiziano Motti sul Sare, il sistema di allarme rapido per la represione della pedofilia e delle violenze sul web. La risoluzione sul Sare é ancora lettera morta, bloccata a Bruxelles, in compenso é stata istituita una unità di pronto intervento delka Poliia europa. Purtroppo non i onoregistrate grandi iniziative a sostegno della risoluzione italana dl Sare, nè a livello di governi nè tanto meno di Regione Emilia-Romagna. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *