La Polstrada blocca cinque Tir malconci. Uno non frenava più

17/2/2014 – Nella giornata di ieri, martedì, la Polizia Stradale con ben otto pattuglie di Guastalla e Castelnuovo Monti – hanno effettuato controlli sistematici su camion e autotreni. Su sedici Tir controllati, dieci sono risultati irregolari per qualche ragione, e cinque sono stati fermati per ragioni di sicurezza.
Tra gli obiettivi degli agenti Polstrada la lotta a forme di trasporto abusivo e al lavoro sommerso, il mancato rispetto delle ore di guida e riposo, e una serie di accurati controlli sulla efficienza dei mezzi pesanti, la capillare verifica di tutti gli aspetti documentali che normalmente accompagnano il trasporto di cose su strada, sulla regolarità delle cessioni di contratti di trasporto, in sub appalto.
Nella circostanza sono stati controllati 16 veicoli commerciali – 10 sono risultati irregolari per diverse ragioni; per tutti sono state effettuate verifiche sulla documentazione di trasporto della merce, sul rispetto degli orari di guida e di pausa mediante il sistema Police
Controller in uso esclusivo alla Polizia Stradale.
In particolare sono stati sospesi dalla circolazione 5 autoarticolati, che sono stati sanzionati per l’inefficienza di alcuni dispositivi di bordo che avrebbe rischiato di comprometterne la sicurezza su strada.
Un conducente originario e residente nel Piacentino è stato intercettato alla guida di un autoarticolato con i dispositivi frenanti del rimorchio completamente inefficienti; altre anomalie poi sono emerse in sede di
riscontro tecnico su i dispositivi di agganciamento del rimorchio.
A tale evidente situazione di pericolosità si è aggiunto il mancato rispetto del riposo di guida giornaliero .
Analoghe inefficienze ai dispostivi frenanti sono state contestate ad altri due autoarticolati, anch’essi sospesi dalla circolazione.
Un altro veicolo commerciale, guidato da un quarantaduenne di
origini romene, è stato fermato e sanzionato per il pessimo stato d’uso del mezzo condotto:  corrosione evidente della struttura portante del telaio, oltre alla completa inefficienza dei dispositivi d’illuminazione , hanno determinato contestazioni circostanziate da parte degli Agenti della Polstrada, oltre all’esigenza del ripristino della minima efficienza.
Altre violazioni sono state contestate per numerosi casi di pneumatici usurati che presentavano evidenti lacerazioni tali da compromettere la sicurezza nella circolazione – oltre che l’incolumità del mezzo .
Sanzioni anche autoarticolati – 2 nella circostanza operativa dei controlli effettuati – che presentavano pericolose ( ed evidenti ) perdite di olio motore, circostanza particolarmente insidiosa per la circolazione in sicurezza soprattutto  di
motocicli e ciclomotori.
Veicoli della stessa tipologia, controllati, hanno evidenziato violazioni sul mancato rispetto dei tempi di guida e del superamento del peso dal materiale trasportabile; altri non sono stati in grado di esibire una documentazione idonea attestante il rapporto di lavoro con l’azienda proprietaria
del mezzo, fatto per il quale sono il corso ulteriori accertamenti da parte degli Agenti della Polstrada.
In totale, al termine dei controlli, sono state comminate 31 sanzioni amministrative, per un importo complessivo di oltre 5300 euro.
Il servizio sarà ripetuto con le stesse modalità e periodicità sul territorio emiliano, prendendo in considerazione le principali  tratte commerciali ad alta densità di traffico.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *