Nuovo attacco animalista al Liga: “Roberto Cavalli è lo sponsor di tutta la famiglia”. E lui si scusa: “Pellicciotto idea malsana”

4/12/2014 – Nuovo attacco degli animalisti al rocker correggese Luciano Ligabue, sotto accusa per aver indossato un “pelliccio” nel video di ‘Siamo chi siamo’. Per la seconda volta in pochi giorni, i militanti di 100% Animalisti hanno compiuto un blitz notturno tappezzando il centro di Correggio di altre locandine adesive dal titolo: “Ligabue… nessun perché… ora tutto è chiaro” (citazione da “Lambrusco e popcorn”). Sostengono che lo stilista Roberto Cavalli, che ha firmato il pelliccio indossato da Ligabue, “è lo sponsor di tutta la famiglia Ligabue”: citano in proposito un’intervista di Roberto Cavalli a Uomo Vogue e il fatto che il fratello di Liga, Marco, “ha presentato il suo disco al Just Cavalli di Milano”.

Il rocker intanto un po’ si vergogna di aver indossato una pelle animale, e su Facebook ha postato parole imbarazzate, assicurando di non aver mai indossato un pelliccioto, se nonnper il video di Siamo chi Siamo, e che non lo farà mai.
“Se qualcuno avesse mai la malsana idea di comprare un pellicciotto, vedendo quanto ridicolo risulti addosso a me, se ne guarderebbe bene dal farlo – scrive Ligabue – Detto questo per lo stesso motivo per cui non ne ho mai indossato uno (se non per il gioco di questo video) è evidente che non lo farò
mai. Non fosse altro perché il mio (eventuale) cattivo gusto non arriva a tanto”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *