Mettete dei fanali nelle vostre bike. Un altro ciclista muore travolto nel buio

Un incidente fotocopia, una tragedia come quella di due settimane fa a Quattro Castella. Due operai morti, un bengalese e un indiano,  entrambi travolti in bicicletta ed entrambi mentre andavano a lavorare nelle stalle. 

Ieri sera intorno alle 18 un indiano di 39 anni, Premjit Jakhu, che viveva a San Bernardino ha perso la vita sulla provinciale 42: era in sella sulla sua mountain bike, senza luci, e procedeva in direzione di Novellara quando in via d’Azeglio, nei pressi della ex Riseria, è stata travolta da una Clio condotta da un giovane di 27 anni originario dello Sri Lanka, che viaggiava nella stessa corsia. 

La vittima, su una bicicletta senza fanaleria, stava attraversando  la carreggiata per imboccare un sentiero sterrato e raggiungere un tempio Indù dove si sarebbe fermato per una preghiera prima di andare al lavoro in un allevamento di bovini. In quel punto la strada non è illuminata: il conducente della Clio, nonostante la frenata, non è riuscito a evitare l’impatto. Il ciclista si è schiantato sul cofano dell’auto, per cadere con violenza sull’asfalto: è morto sul colpo, mentre la bici è volata nel fossato che costeggia la strada. Il traffico tra Guastalla e Novellara è rimasto bloccato per ore.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *