Export reggiano: tre trimestri tutti in crescita. E per le aziende in arrivo 1,5 mln dalla Camera di commercio

20/12/2014 – Toccheranno il record storico, nel 2015, le risorse messe a disposizione dalla Camera di Commercio a favore dell’internazionalizzazione delle imprese reggiane e della loro promozione nel mondo.
“Si tratta di 1,5 milioni di euro destinati –  sottolinea il presidente dell’Ente camerale, Stefano Landi – a rafforzare la presenza delle imprese reggiane su quei mercati internazionali che nel 2013 hanno generato 8 miliardi e 600 milioni di valore per la nostra economia, un record che quasi certamente sarà superato a fine 2014 dopo tre trimestri tutti all’insegna della crescita”.
“Siamo di fronte ad un andamento molto favorevole che occorre consolidare ulteriormente, puntando in primo luogo ad estendere il numero delle imprese che hanno rapporti con l’estero e, contemporaneamente, ad utilizzare nuove risorse sia per la partecipazione a mostre e fiere internazionali, sia per quelle azioni di incoming che anche quest’anno si sono succedute a ritmo intenso con tanti paesi esteri e a favore di alcuni dei settori trainanti della nostra economia”.
E mentre la Camera di Commercio compie sull’internazionalizzazione il maggior investimento di sempre ( il bando è consultabile sul sito dell’Ente), dai mercati esteri giungono ancora segnali positivi per le nostre esportazioni.
Nei primi nove mesi del 2014, infatti, le esportazioni reggiane hanno raggiunto il valore di 6.764.958.979 euro, il 4,2% in più rispetto allo stesso periodo del 2013 (quasi 6,5 miliardi). In aumento anche le importazioni che si sono attestate, da gennaio a settembre dell’anno in corso, sui 2,7 miliardi rispetto ai 2,5 dei primi nove mesi del 2013. Il saldo commerciale tra export ed import, con poco più di 4 miliardi, è comunque cresciuto dello 0,4%.
L’aumento osservato, secondo l’analisi dell’Uffici Studi della Camera di Commercio di Reggio Emilia sudati diffusi dall’Istat, è sicuramente influenzato dal +5,5% che si registra per l’export verso l’Europa, passato da poco più di 4,6 miliardi del periodo gennaio-settembre 2013 ai quasi 4,9 miliardi del 2014. Il Vecchio Continente, con il 72,3% del totale esportato, continua infatti a rappresentare il principale acquirente di prodotti reggiani. Ai primi tre posti della graduatoria dei Paesi verso i quali sono dirette le nostre merci si posizionano tre paesi europei – Francia, Germania e Regno Unito – tutti in crescita, anche a doppia cifra come nel caso della Germania (+12,8%). Ancora in calo le vendite dirette verso la Russia (-10,1%) e verso la Turchia (-2,3%).
Per l’Asia e l’America l’andamento delle vendite di prodotti “made in Reggio” è stato positivo, con variazioni che hanno superato i quattro punti percentuali. Gli Stati Uniti, con 457 milioni ed una crescita rispetto al 2013 del 14,7%, al quarto posto, si confermano come primo Paese extra Europa per prodotti reggiani acquistati.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *