Controlli energetici sugli edifici, nuovo business Comune-Iren Rinnovabili. 5Stelle all’attacco

17/16/2014 –  I Cinquestelle mettono in graticola Iren Rinnovabili, società guidata dal docente e uomo d’affari reggiano  Ettore Rocchi (nominato in Iren da Delrio). Proprio in questi giorni il Comune Reggio ha riservato il 30% della nuova Spa del parco innovazione alle Spa reggiane. Secondo il gruppo 5Stelle in consiglio comunale, la società di Rocchi “è lanciata alla conquista di Reggio con i soldi delle bollette dei cittadini”, e annuncia la presentazione di due interrogazioni in consiglio comunale: una sui protocolli d’intesa stipulati col Comune (in particolare quello sull’efficienza energetica di 300 edifici, per la quale IR preparerà anche uan rete di imprese) e l’altra sulle voci di acquisizione imminente di Studio Alfa.

Scrive la consigliera comunale Alessandra Guatteri, del gruppo 5stelle: “In Consiglio consiglio il Pd ha approvato, con il voto  decisamente contrario del M5S, una delibera concernente la  costituzione della Società di Trasformazione Urbana che si  occuperà della riqualificazione di parte dell’area ex Reggiane  e nella quale entrerà come socio IREN  Rinnovabili, che dovrà a tal fine acquistare per 5,5 milioni di euro I capannoni 17 e 18 da Fantuzzi, con quali soldi non si sa.

Un’operazione –  sottolinea Guatteri – sulla quale il Movimento 5 Stelle ha espresso  notevoli perplessità, sia per quanto riguarda il business plan dell’operazione, sia per il modo in cui è stata decisa”.

A questo ” si aggiungono altre notizie interessanti”.
Infatti il 18 novembre la Giunta Comunale ha approvato uno “Schema di protocollo d’intesa tra il Comune di Reggio Emilia e societa’ energetiche per la promozione e realizzazione di interventi di riqualificazione energetica diffusi sul patrimonio edilizio esistente”

Il giorno dopo, il 19 novembre viene pubblicato dall’ architetto Massimo Magnani (lo stesso che fungerà da Organismo di  Controllo per la STU) un provvedimento dirigenziale dal titolo ” Protocollo d’intesa tra il Comune di Reggio Emilia e Iren Rinnovabili s.p.a. ed Iren Energia s.p.a. per la promozione della realizzazione di interventi di riqualificazione energetica diffusi sul patrimonio edilizio esistente”.

Quindi – è la conclusione della consigliera – il Comune affida IREN Rinnovabili e a IREN Energia il compito di mettere a punto una metodologia per la realizzazione di 300 certificazioni energetiche su edifici esistenti, mettendo  a disposizione le proprie banche dati.
E non solo, affida alle stesse società il compito di costituire una rete di imprese che si occupino della realizzazione delle riqualificazioni energetiche che si renderanno necessarie.
E non solo, affida alle stesse società il compito di costituire una rete di imprese che si occupino della realizzazione delle riqualificazioni energetiche che si renderanno necessarie.
Lo stesso Comune di occuperà di trovare finanziamenti per il tutto. Non si sa di quanti soldi si tratti”.

“Ma non è finita qui, pare che entro la settimana il CdA di Iren Rinnovabili dovrebbe perfezionare l’acquisizione di Studio Alfa, non si sa con quali soldi. Ma Studio Alfa non è del Ccpl, che detiene il 30% di Iren Rinnovabili. Su tutti questi argomenti il Movimento 5 Stelle presenterà interrogazioni”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *