Cadelbosco, edificio saccheggiato dai ladri di metalli. I Carabinieri arrestano tre disoccupati in fuga

15/12/2014 – I carabinieri di Cadelbosco Sopra hanno arrestato tre ladri di metalli, un campano di 18 anni e due calabresi di 62 e 51 anni, tutti disoccupati e residenti a Reggio Emilia, mentre fuggivano da un edificio industriale, compranto all’asta dal nuovo proprietario. 
I Carabinieri, nel corso di perlustrazione, hanno verificato che nei 40 uffici distribuiti sui tre piani dello stabile erano stati asportati i fili elettrici e che dovunque dai bagni mancavano rubinetterie e termosifoni.
Le indagini chiariranno se i tre arrestati siano gli unici responsabili del saccheggio. Di certo al momento della cattura aveva diversi attrezzi per il taglio, e certamente l’altra mattina si sono introdotti nell’azienda per compiere un furto di metalli, dal momento che avevano smontato due collettori da un boiler.

E’ stato lo stesso proprietario, accortosi del furto, ad allertare una pattuglia dei Carabinieri. I militari, entrati nella proprietà attraverso un’apertura ricavata lungo la recinzione perimetrale e giunti nel cortile dell’azienda hanno notato tre sconosciuti che prima hanno accennato ad una fuga, poi si sono arresi a Carabinieri. Uno dei 3 teneva in mano uno zaino con all’interno vari attrezzi per il taglio e lo smontaggio di impianti idraulici ed elettrici. 
Così i militari di Cadelbosco hanno accertato che 
–  i tre avevano forzato e aperto una finestra posizionando al di sotto un bancale per consentire un facile ingresso;
–  appoggiato a terra nelle vicinanze del bancale, vi era un trolley con all’interno vari attrezzi  (chiavi inglesi, taglierini, cacciaviti, chiavi fisse, coltelli, fiamma ossidrica per il taglio e lo smontaggio di parti in metallo, ecc);
–  avevano adagiato in prossimità della via di fuga creata mediante il taglio della rete di recinzione, due grossi collettori di metallo smontanti da un boiler;
–  avevano parcheggiato nella zona retrostante 2 autovetture,  una Ford Focus che aveva i sedili ribaltati in modo da aumentare le capacità di carico e una Fiat Punto con all’interno vari rottami di auto. 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *