Territorio in dissesto, Pagliani accusa: “Abbandonati dalla Regione”. Stasera (Astoria) manifestazione con Gasparri e la Bernini

20/11/2014 – La campagna elettorale delle regionali è al rush finale. Si vota domenica dalle 7 alle 23 per eleggere il presidente e l’assemblea legislativa dell’Emilia Romagna. Tutti temono un astensionismo massiccio, quindi i candidati sono impegnati sino all’ultimo minuto nella campagna porta a porta per convincere i cittadini ad andare alle urne.

Anna Maria Bernini

Anna Maria Bernini

Stasera, giovedì 20, torna a Reggio il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri per l’incontro di chiusura della campagna elettorale di Giuseppe Pagliani, candidato capolista di Forza Italia: appuntamento all’Hotel Astoria alle 20,45. Hanno annunciato la loro presenza anche la senatrice Anna Maria Bernini e il coordinatore regionale del partito Massimo Palmizio.

Dalla manifestazione partirà un appello alla mobilitazione per non perdere l’occasione di un cambiamento in Regione, dopo lo scandalo Terremerse che ha travolto l’ex governatore Errani, i fallimenti del modello emiliano e la devastante inchiesta sui rimborsi ai gruppi e ai consiglieri: Pagliani, in proposito, chiede l’abolizione dei rimborsi: “L’indennità di carica deve bastare per tutto”.

Maurizio Gasparri

Maurizio Gasparri

Fra i tanti temi sul tappeto, uno è particolarmente sentito: il dissesto del territorio. In questi giorni Pagliani ha compiuto dei sopralluoghi in montagna e nella bassa reggiana, alle prese con la piena del Po, che gli hanno permesso di toccare con mano le dimensioni del pericolo. “Non è più possibile cavarsela con qualche intervento d’urgenza – dichiara in proposito Pagliani – O si cambia musica da parte della Regione, o la situazione dell’assetto idrogeologico nel reggiano diventerà impossibile da gestire”.

“La Regione Emilia-Romagna ha, da oltre quattro anni, sottoscritto con il Ministero dell’Ambiente un accordo, più volte dalla stessa modificato, finalizzato alla programmazione e al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico. E’ un accordo che prevede un investimento complessivo di risorse di oltre 150 milioni di euro sul territorio emiliano-romagnolo. Sono soldi che andavano e vanno spesi per mettere in sicurezza le zone a rischio più elevato – denuncia il candidato azzurro nel territorio reggiano -, ce se sono diverse e i livelli di sicurezza nelle stesse sono fortemente compromessi”.

Massimo Palmizio

Massimo Palmizio

“C’era da aspettarsi ben altra attenzione da parte della Regione verso la provincia di Reggio Emilia – continua il candidato di Forza Italia – ma così non è stato. Eppure è noto che la presenza di numerosi e significativi corsi d’acqua che attraversano il nostro territorio, l’assenza di una corretta manutenzione oltre che l’omessa realizzazione di interventi strutturali più volte individuati, rendono del tutto problematica la gestione delle piogge che con elevata intensità, sempre più di frequente, si riversano sul reggiano”.

“Occorre – evidenzia Pagliani – che la Regione, da una parte, avvii un programma pluriennale di interventi per la messa in sicurezza del nostro territorio e che, dall’altra, si ponga fine, anche a livello statale, alla sovrapposizione di competenze tra organi, agenzie, autorità, in un crescendo
di sistematica confusione che, anziché rendere spedite le procedure per la realizzazione delle opere, le blocca per mesi, quando non per anni”.

Giuseppe Pagliani

Giuseppe Pagliani

“Mai come in questo momento è indispensabile – conclude Pagliani – che la Regione, avvertita lontana dai cittadini e poco incline ad ascoltarne la voce, non si sottragga alle proprie responsabilità e ai conseguenti doveri. Non c’è tempo per attendere la formazione della nuova giunta che, probabilmente, sarà operativa all’inizio del nuovo anno. Giove pluvio non attende certo i tempi della politica, né i reggiani ne possono essere vittima. La Regione batta un colpo: l’inverno non lo si ferma sventolando bandierine rosso antico”​.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Paolo Spinoglio Rispondi

    01/06/2016 alle 21:20

    Gentile senatrice Bernini,
    non ho la Sua e-mail, ma spero Le giunga questo messaggio.
    Date una mano alle sas, i piccoli e veri veri imprenditori del nostro paese. E’ da molto tempo che aspettiamo la legge che consenta di intestare ai soci, con pachi soldi, l’immobile di proprietà della sas. Dareste un pò di ossigeno agli investimenti. Grazie. Cordiali saluti.
    Paolo Spinoglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *