Pagliani rilancia la campagna anti-usura e sbeffeggia l’on. Spadoni: “Pensi alle castronerie di Grillo sulla mafia”

9/11/2014 – “L’on. Spadoni è molto distratta e in campagna elettorale sfrutta argomenti più di là che di qua, in quanto rivanga un vecchio episodio-zombie da me ampiamente spiegato più volte anche sui giornali. Non si è neppure accorta che il gruppo M5S in consiglio comunale ha votato la mia mozione contro l’usura. E per farsi propaganda riesuma appunto una storia già pienamente chiarita due anni fa. Pensi piuttosto alle castronerie del suo leader, Beppe Grillo, secondo cui la mafia aveva una propria moralità”

Pagliani venerdì sera ha partecipato all'incontro pubblico con Caselli e Spataro in Sala del Tricolore a Reggio

Pagliani venerdì sera ha
partecipato all’incontro pubblico con Caselli e Spataro in Sala del Tricolore. Il consigliere comunale di Forza Italia ha assistito al dibattito con i due super-ospiti magistrati, lasciando Sala del Tricolore appena prima degli interventi finali aperti al pubblico presente

Giuseppe Pagliani, capogruppo di Forza Italia, replica sul filo dell’ironia ma con fermezza alla deputata Cinquestelle, che al dibattito con Caselli e Spataro in Sala del Tricolore, lo ha tirato in ballo per la famosa
cena-assemblea degli imprenditori cutresi di Reggio al ristorante Antichi Sapori di Gaida.

E intanto il candidato azzurro rilancia la sua campagna contro il dilagare dell’usura, presentando un ordine del giorno anche nel nuovo consiglio provinciale, dove la delega alla legalità è stata affidata a Enrico Bini, per chiedere
provvedimenti concreti. Da notare che in consiglio comunale le sue proposte, respinte dal Pd, avevano ricevuto il sì anche del gruppo Cinquestelle.

“In questo periodo che succede Halloween, non a caso dedicato agli zombie, arriva dall’aldilà politico un’esternazione della
deputata 5Stelle Spadoni – scrive Pagliani – la quale volutamente finge di dimenticare che l’episodio (morto e sepolto) che lei furbescamente riesuma si riferisce a una cena pubblica del lontano marzo 2012 con circa 90 persone presenti, nella quasi totalità a me sconosciute: ebbene, nella sua serata dei “torti” viventi, la rediviva Spadoni gioca penosamente sulla presenza di persone che io non conosco, sapendo che questa vicenda è stata chiarita totalmente oltre due anni fa.

Rimane il rammarico di vederla strumentalmente non considerare le mie insistenti battaglie contro l’usura ed ogni forma di crimine mafioso, sia in consiglio provinciale sia in consiglio comunale a Reggio Emilia: circa due mesi fa, lo si faccia sapere alla Spadoni, proprio i colleghi del movimento 5Stelle hanno condiviso e votato il mio documento contro l’usura quale sistema di approvvigionamento di denaro da parte della criminalità organizzata”.

E prosegue: “Pensi piuttosto, la distratta Spadoni, all’infelice dichiarazione di Grillo di qualche giorno fa, secondo cui – cito – “la mafia è stata corrotta dalla finanza, prima aveva una sua morale”. Insomma: politicamente parlando, la deputata grillina è più di là che di qua, se si considera che sia Bonaccini che Alan Fabbri arriveranno prima della sua candidata Gibertoni alla presidenza della Regione Emilia Romagna come punteggio elettorale il prossimo 23 novembre. Amen.

L’invito che le rivolgo è di cambiare mestiere: non ci si può
improvvisare in politica ergendosi a paladino della legalità, senza esserlo, cercando disperatamente visibilità con interventi buoni a incartare una zucca di Halloween, ma non di certo chi la politica la milita da anni in modo ben più serio di lei”.

***

PAGLIANI COME EZRA POUND: ECCO L’ORDINE DEL GIORNO ANTI-USURA IN PROVINCIA

Ezra Pound

Il poeta e saggista Ezra Pound

“Al Presidente della Provincia di Reggio Emilia

ORDINE DEL GIORNO

PREMESSO CHE
•          In Italia centinaia di migliaia di persone sono sovraindebitate; di queste una quota rilevante è riconducibile alla cosi detta usura familiare
•          L’usura è un fenomeno in crescita e dalle conseguenze devastanti, presente anche nel nostro territorio provinciale soprattutto nel settore edile oggi in gravissima crisi
•          l’accordo di Basilea 2 – entrato in vigore il primo gennaio del 2007  stabilisce per gli istituti di credito parametri ancora più rigidi per la concessione dei finanziamenti alle imprese, lo stesso è superato peggiorativamente dai nuovi accordi previsti per Basilea 3 ancora più stringenti nei parametri di concessione del credito

PRESO ATTO CHE
• Secondo dati ISTAT, l’indebitamento medio delle famiglie italiane è in costante aumento, e conseguentemente anche la nostra città vive da anni fenomeni di impoverimento progressivo dei singoli e delle famiglie

• L’attuale e perdurante periodo di crisi economica, assieme ad un sempre più problematico accesso al sistema creditizio rendono difficoltoso per le famiglie, le piccole e medie imprese l’ottenimento di finanziamenti

CONSIDERATO CHE

• Il reato d’usura colpisce indistintamente tutti i settori e le classi sociali ed intacca in profondità l’intero tessuto economico – sociale

RITENUTO CHE
• Per arginare il fenomeno dell’usura e del riciclaggio del denaro ad esso connesso, sia indispensabile omogeneizzare la legislazione a livello europeo, prevedendo una maggiore collaborazione investigativa – giudiziaria;
• Il fondo antiusura nazionale sia insufficiente a far fronte alla dimensione e alla diffusione del fenomeno;
• Occorra intervenire sul sistema creditizio finanziando, le associazioni ed i consorzi fidi che garantiscono parzialmente i prestiti concessi dalle banche alle persone a rischio d’usura;

IMPEGNANO IL PRESIDENTE MANGHI ED IL CONSIGLIO PROVINCIALE:

• Realizzare una campagna d’informazione e prevenzione a livello scolastico per educare ad un giusto rapporto con il denaro
• Istituire, presso la Provincia di Reggio Emilia, insieme ai comuni della Provincia uno sportello antiusura per raccogliere in forma anonima le denunce da inoltrare poi all’autorità giudiziaria al fine di perseguire e colpire le organizzazioni e le persone che svolgono l’attività illecita d’usura
• Istituire un numero verde antiusura da pubblicizzarsi con una campagna di divulgazione specifica, a cui le vittime d’usura possano rivolgersi
• Effettuare, in collaborazione con le associazioni di categoria e con le associazioni anti racket e anti usura della Emilia Romagna, un’indagine approfondita sull’evoluzione del fenomeno nel territorio provinciale reggiano, per determinare le categorie sociali più colpite ed individuare opportune modalità d’intervento
• Farsi promotore presso il Governo e il Parlamento affinché, per il reato di usura, vengano previsti tempi di prescrizione più lunghi e pene maggiorate.

Giuseppe Pagliani, Forza Italia

***

“CONTRO L’USURA”

Con usura nessuno ha una solida casa
di pietra squadrata e liscia
per istoriarne la facciata,
con usura
non v’è chiesa con affreschi di paradiso
harpes et luz
e l’Annunciazione dell’Angelo
con le aureole sbalzate,
con usura
nessuno vede dei Gonzaga eredi e concubine
non si dipinge per tenersi arte
in casa ma per vendere e vendere
presto e con profitto, peccato contro natura,
il tuo pane sarà staccio vieto
arido come carta,
senza segala né farina di grano duro,
usura appesantisce il tratto,
falsa i confini, con usura
nessuno trova residenza amena.
Si priva lo scalpellino della pietra,
il tessitore del telaio
CON USURA
la lana non giunge al mercato
e le pecore non rendono
peggio della peste è l’usura, spunta
l’ago in mano alle fanciulle
e confonde chi fila. Pietro Lombardo
non si fe’ con usura
Duccio non si fe’ con usura
nè Piero della Francesca o Zuan Bellini
nè fu “La Calunnia” dipinta con usura.
L’Angelico non si fe’ con usura, nè Ambrogio de Praedis,
nessuna chiesa di pietra viva firmata : “Adamo me fecit”.
Con usura non sorsero
Saint Trophine e Saint Hilaire,
usura arrugginisce il cesello
arrugginisce arte ed artigiano
tarla la tela nel telaio, nessuno
apprende l ‘arte d’intessere oro nell’ordito;
l’azzurro s’incancrena con usura; non si ricama
in cremisi, smeraldo non trova il suo Memling
usura soffoca il figlio nel ventre
arresta il giovane amante
cede il letto a vecchi decrepiti,
si frappone tra giovani sposi
CONTRO NATURA
Ad Eleusi han portato puttane
carogne crapulano
ospiti d’usura.

(Ezra Pound)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *