Liberiano irregolare, fatto di canne e di alcol, minaccia una giornalista e manda due poliziotti all’ospedale

17/11/2014 – Denunciato e espulso un liberiano che ieri sera, domenica, ha molestato una giornalista e ha mandato all’ospedale due agenti di Polizia.

Alle ore 22.15 di domenica 16 una volante è intervenuta in viale Ramazzini a Reggio Emilia, su richiesta della giornalista Isabella Trovato, della redazione di Tricolore, che stava realizzando un servizio su una delle zone più “calde” di Reggio.

La giornalista, in compagnia di un proprio conoscente, era stata avvicinata ed importunata da un uomo in evidente stato di alterazione psicofisica: questi, con atteggiamento minaccioso, pretendeva di vedere le foto contenute nell’apparecchio in loro possesso e impediva ai due di allontanarsi.

Giunti sul posto, gli agenti hanno cercato di calmare l’uomo, ma inutilmente: questi, dopo essersi spogliato, tra urla e minacce, affrontava uno dei poliziotti spintonandolo. Gli operatori cercavano di bloccarlo, per evitare che la situazione degenerasse, ma l’esagitato, divincolandosi, ha afferrato le braccia degli Agenti, torcendole, e ha continuato a inveire contro di loro: “siete morti”, “vi ammazzo”, “siete dei fascisti”, “bastardi”, “vaffanculo”.

Anche quando è arrivata una seconda volante e finalmente l’uomo e stato bloccato e infilato in macchina, questi ha continuato a scalciare cercando di danneggiare l’auto.

In questura è stato identificato per C. D., liberiano trentenne, irregolare sul territorio nazionale, con numerosi precedenti a carico. Aveva abusato di cannabis e alcol, come accertato al pronto soccorso del S.Maria Nuova, mentre ai due agenti sono stati riscontrati traumi distorsivi con prognosi di 3 giorni.

L’uomo è stato deferito alla Procura per violenza privata e per resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale. Sono in corso le procedure per l’espulsione dal territorio nazionale.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *