Il colmo della piena ha lasciato il tratto reggiano, ma il Po fa sempre paura

15/11/2014 – In queste ore la piena del Po sta transitando con valori di criticità elevata (livello 3 di criticità) nel tratto reggiano/mantovano e ferrarese/rodigino del Po.

Il colmo di piena – comunica il bollettino emesso dall’agenzia interregionale Aipo dell 13 di oggi, sabato 15, ha raggiunto l’idrometro di Boretto nella prima mattinata di oggi con 7,54 m sullo zero idrometrico e in queste ore sta oltrepassando Borgoforte con valori attorno agli 8,12 m s.z.i.

Si prevede che il colmo transiti alla sezione di Pontelagoscuro nella mattina di domani, domenica 16 novembre, per poi propagarsi nei rami deltizi.
Sono state interessate le golene aperte e le arginature di diverse golene chiuse.

“Il servizio di piena centrale e le strutture territoriali di AIPO sono impegnati nelle attività di previsione e monitoraggio e proseguono la vigilanza e il controllo delle arginature e delle opere idrauliche, con la collaborazione degli enti locali e dei volontari di protezione civile.

In considerazione della prolungata permanenza dei livelli previsti anche per i comprensori golenali “non a rischio sormonto”, è svolta da parte delle strutture di protezione civile e dei titolari dei comprensori stessi un’attenta attività di monitoraggio delle arginature al fine di prevenire/intervenire prontamente su eventuali fenomeni di filtrazione/sifonamento.

A causa delle precipitazioni avvenute, in corso e previste, il personale AIPO e gli altri enti preposti sono attivati anche sugli affluenti appenninici piemontesi e sui corsi d’acqua lombardi.

Le azioni sono svolte in stretto coordinamento con tutti gli Enti facenti parte dei sistemi di protezione civile regionali e locali. E’ richiesta la massima prudenza in tutte le aree prospicienti il fiume e in generale in relazione a strutture o attività che possono essere interessate dalla piena.

In base alle indicazioni della Regione Emilia-Romagna, la navigazione commerciale, a seguito degli incrementi idrometrici e della conseguente riduzione dei tiranti d’aria sotto i ponti, può subire delle limitazioni tali da interdire la stessa in alcuni tratti della rete e, per quanto riguarda la navigazione da diporto, rimangono valide le prescrizioni dei comunicati precedenti (cauta navigazione), confermate anche da Regione Lombardia.

Per informazioni sulle condizioni di navigabilità è possibile contattare il n. 348 7618303″.

***

15/11/2014 – La piena del Po, circa otto metri sullo zero idrometrico, è arrivata a Boretto e Guastalla (durata oltre otto ore) e da stanotte passa lungo il tratto reggiano e mantovano del fiume. Il colmo arriverà a Borgoforte nel pomeriggio di oggi, sabato 15.

Sono già interessate dagli allagamenti e lo saranno sempre di più le golene aperte. L’Aipo, agenzia interregionale del Po mette in guardia aul possibile interessamento anche delle arginature delle golene chiuse.

Ieri sono state sfollate 55 persone, di cui 41 allontanate dalla golena chiusa di Luzzara e 3 da Livello di Gualtieri.

“In considerazione della prolungata permanenza dei livelli previsti anche per i comprensori golenali “non a rischio sormonto” – comunica l’Aipo – sarà assicurata un’attenta attività di monitoraggio delle arginature al fine di prevenire/intervenire prontamente su eventuali fenomeni di filtrazione/sifonamento. E’ richiesta la massima prudenza in tutte le aree prospicienti il fiume e in generale in relazione a strutture o attività che possono essere interessate dalla piena”.

I comuni in accordo con la Prefettura hanno attivato i piani di emergenza, con la mobilitazione generale del sistema di Protezione Civile.  L’allerta continua, soprattutto in vista di nuove, violente precipitazioni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *