La Grande Guerra al Fuori Orario: letture, canzoni e pasta e fagioli con gli Zingari o Re di Alfonso Borghi

25/11/2014 – Al circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia) la prima cena-incontro della stagione diventa anche concerto mercoledì 26 novembre 2014, grazie allo spettacolo «Le nostre radici, la canzone epica» degli Zingari o Re, un lungo viaggio dalla Grande Guerra agli anni ’70, tra letture e canzoni.
Ne sono protagonisti il cantautore correggese Alfonso Borghi, i musicisti e artisti Claudio Amadei, Lorenzo Casarini, Dodo Gallesi, Massimo Giraud e la partecipazione di Marco Moser. Affascinante il repertorio scelto per l’occasione, con componimenti e canzoni di Amodei, Bertoli, Borghi, Calabrese, Degola, ma anche Conte, De André, De Gregori, Gaber, Guccini, Fiori, Liberovici, Jannacci, Strehler e Trilussa.
In collaborazione con l’Università Età Libera di Campegine e Praticello, l’Anpi Bassa-Ovest e Iniziativa Laica di Reggio Emilia, la cena comincia alle ore 19.30, seguita alle 21 dallo spettacolo: menù a base di pasta e fagioli, arrosto e purè, torte della casa (eventuali intolleranze alimentari vanno
comunicate al momento della prenotazione).
Apertura delle porte del Fuori Orario alle ore 19 e ingresso con tessera Arci, a 15 euro per chi partecipa alla cena e gratuito per chi entra dopo le 21 per assistere al solo spettacolo; info e prenotazioni su www.arcifuori.it o allo
0522-671970 in orari di ufficio.

Capofila del gruppo-progetto Zingari o Re è Alfonso Borghi, cantautore e medico come il compianto Enzo Jannacci. Oltre alla laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Modena, Borghi ha conseguito altre due lauree all’Università di Bologna: in Filosofia nel 1997 con una tesi su Karl Jaspers e al Dams con una tesi sul musicologo Hugo Riemann. Da musicista ha firmato i primi successi di Pierangelo Bertoli e ha inoltre inciso due album: «La fola dell’oca» (1978) e, co-prodotto con Giorgio Terenziani, il recente «900 nero 900 rosso 900 amore in blu» (2011), doppio cd illustrato dal pittore campeginese (suo omonimo) Alfonso Borghi.
Oggi Borghi (il cantautore di Correggio) canta e suona la chitarra col gruppo Zingari o Re, con cui spazia da brani propri alla storia della musica, vedi Francesco Guccini e Fabrizio De André. Nel 1999 ha pubblicato il libro «Il prete, l’ateo, la passione», un romanzo-dialogo ambientato nella Bassa reggiana, con finale a sorpresa.
Nell’imminente weekend il Fuori Orario proporrà due serate di concerti: venerdì 28 novembre i Marta sui Tubi feat. Bandakadabra per la rassegna «M.O.C.» (biglietti a 12 euro) e sabato 29 il «Tributo agli U2» degli Achtung Babies con i classici degli U2 e le nuovissime canzoni del loro album «Songs of innocence».

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *