Incendio nel palazzo di via Guidelli, chi è il piromane? Gli inquilini: “Volevano ammazzarci tutti”

2/11/2014 – Si indaga senza sosta per individuare i responsabili dell’incendio appiccato ieri nel sottoscala del palazzo di via Guidelli numero 12 a Reggio Emilia, a causa del quale un giovane indiano si è buttato dalla finestra, sopra la vetrata del negozio Kappa di Pelle, procurandosi diverse fratture e ferite alle mani, e una dozzina di persone, tra cui diversi bambini, sono finite al Santa Maria Nuova per intossicazione da fumo.

Si è rischiata veramente la strage: si ipotizza che ad appiccare il fuoco alle biciclette nel sottoscala sia stato qualcuno per ripicca, a seguito di un diverbio tra condomini. Ma le ragioni potrebbero essere altre.

Lo sconcerto e la paura tra gli inquilini del palazzo sono palpabili. Tutti si chiedono come sia possibile che qualcuno con cinismo possa dare fuoco a un palazzo, fra l’altro mentre tutti dormono. Altri denunciano il fatto che il portone di notte resterebbe sempre aperto.

Un’angoscia che è tutta nelle parole di una inquilina, anche lei finita al pronto soccorso: “Ma com’è possibile una cosa del genere? Incendiano le biciclette col rischio di farci morire tutti? Volevano ammazzarci tutti. Possiamo ringraziare i passanti che hanno chiamato i soccorsi”.

***

incendio due1/11/2014 – Ha avuto conseguenze drammatiche l’incendio questa mattina poco prima delle 8,30 in Guidelli, nel centro di Reggio, nel palazzo al numero 12 di proprietà di Dino Spallanzani, titolare del negozio Kappa di Pelle.

Si contano dieci intossicati appartenenti a due famiglie di italiani, una egiziana e una di indiani, e fra questi alcuni bambini. È ferito in modo grave un ragazzo indiano che, spaventato dal denso fumo che ha invaso le scale e stava entrando negli appartamenti, priva dell’arrivo dei soccorsi si è gettato da una finestra del secondo piano, procurandosi diverse fratture.

incendio height=”300″ />É stato assistito dai vigili del fuoco, che
lo hanno affidato ai sanitari del 118. Sul posto anche Carabinieri, Polizia e agenti della Mucipale. Il giovane è ricoverato  al Santa Maria Nuova.

Sono intervenute ben quattro squadre dei Vigili del Fuoco, che protetti dagli autorespiratori  sono entrati nell’edificio invaso dal fumo, hanno estinto il fuoco e hanno evacuato le persone bloccate. Dieci, come detto, le persone portate in
ospedale con sintomi da intossicazione.

Le fiamme sono rimaste circoscritte a un sottoscala all’altezza del pianerottolo della prima rampa di scale in cui erano accumulate biciclette e masserizie. Inquietante l’ipotesi, al vaglio degli inquirenti, secondo cui qualcuno avrebbe appicato l’incendio dopo un diverbio tra condomini.
incendio treIl palazzo non ha subito danni strutturali, ma dovrà essere restaurato per l’annerimento, i danni agli infissi e ai servizi tecnologici. Il negozio Kappa di Pelle non ha subito conseguenze.

(nelle foto di Benedetta Fiorini, i soccorsi in via Guidelli e, nella barella, il giovane che si è gettato dalla finestra)

***

1/11/2014 – Un incendio è divampato questa mattina all’interno di un’abitazione del centro storico di Reggio, dove vivono diverse famiglie italiane e straniere. Alcune persone sono state portate al Santa Maria Nuova d’urgenza, e almeno una sarebbe grave.

Il dramma questa mattina intorno alle otto: i Vigili del fuoco sono intervenuti in via Guidelli con due mezzi e un’autoscala. Sul posto Polizia Municipale, Polizia e tre ambulanze. Tra le persone soccorse, anche dei bambini. Ancora imprecisate le cause dell’incendio, sviluppatosi in locale del palazzo al numero 12 dove ha sede anche Kappa di Pelle, davanti al teatro San Prospero.

(Benedetta Fiorini)

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *