Il sindaco celebra le Forze Armate. All’Arco vetrina sui Carabinieri di un tempo e di oggi

4/11/2014 – Domani 4 novembre, anniversario della Vittoria nella prima guerra mondiale, si celebra la giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate. Le commemorazioni in programma in città sono promosse da Comune e Provincia di Reggio Emilia, Prefettura, Comando Militare Esercito Emilia Romagna, Comitato Democratico Costituzionale e Coordinamento associazioni d’Arma e combattentistiche.
 
Alle ore 9.30, nella Basilica della Beata Vergine della Ghiara, sarà celebrata la messa in suffragio ai caduti, al termine della quale, partendo da piazza Gioberti per via Emilia e via Crispi, un corteo raggiungerà piazza Martiri del 7 Luglio dove, alle ore 10.30, è prevista la deposizione di una corona al monumento ai Caduti della Resistenza, gli onori ai gonfaloni, ai labari e la deposizione di corone al monumento ai Caduti di tutte le guerre.

Dopo la lettura dei messaggi del presidente della Repubblica e
del ministro della Difesa, a nome degli enti locali reggiani il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi porterà il saluto alle Forze armate. La cerimonia si concluderà con la commemorazione da parte delle Autorità militari.
 
Reggio Emilia – “L’Arma veglia su Reggio”. Questo è il tema proposto dalla vetrina allestita, in occasione della celebrazione del 4 Novembre, dai Carabinieri del Comando
Provinciale di Reggio Emilia, nel quadro delle iniziative disposte dal Comando Interregionale Carabinieri Vittorio Veneto di Padova, in concomitanza con la festa delle Forze Armate che vedrà tutti i capoluoghi di provincia approntare una vetrina intitolata “4 Novembre 2014 – Arma dei carabinieri – Giornata delle Forze Armate” che unisce immagini, uniformi e
oggettistica dell’Arma in un contesto armonicamente integrato con il tricolore nato proprio nel capoluogo reggiano.

A Reggio la vetrina é stata allestita alla libreria all’Arco in via Emilia Santo Stefano 3. Al centro della vetrina campeggia il tricolore mentre ai lati sono stati allestiti due manichini: uno con la Grande Uniforme Speciale e l’altro con
l’uniforme dell’Unità Specializzata Multinazionale (M.S.U.) ovvero l’unità dell’Arma dei Carabinieri con funzioni di polizia civile e militare in ambito multinazionale. Accanto ai manichini, due opere realizzate dal pittore reggiano Franco Bonetti: uno rappresenta i Carabinieri che marciando sfilano davanti al
teatro Romolo Valli e l’altro la Lucerna (storico cappello della Grande Uniforme Speciale) sul cui sfondo spicca la basilica di San Prospero. In basso il Crest del Comando Provinciale di Reggio Emilia e una serie di libri sull’Arma dei Carabinieri. Completano l’allestimento vari accessori militari in dotazione all’Arma.
Carabinieri di ieri e Carabinieri di oggi accomunati dalla vicinanza alla città di Reggio Emilia e alla dedizione al servizio che sin dal 1814 hanno contraddistinto e contraddistinguono l’essere carabiniere.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *