I ladri di rame ormai agiscono in pieno giorno. Pizzicati due rumeni con carico di cavi e lastre in macchina

Nell’ambito delle attività volte ad infrenare il fenomeno dei reati contro il patrimonio, in particolare furti in abitazione, nella mattinata di ieri la Polizia di Stato svolgeva un servizio di controllo straordinario  anche con l’impiego di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine.
I ladri di rame ormai agiscono in pieno giorno. Ieri intorno alle 12 a un posto di blocco a San Maurizio, Reggio Emilia, la polizia ha fermato un’auto con la targa straniera: a bordo c’eranomdie rumeni, con le mani e gli indumenti sporchi di grasso e e fango. Sono apparsi parecchio nervosi, e si è capito perchè: a bordo c’erano diversi rotoli di cavi in rame nuovi, nonchè coperture di lamierato in rame.
Avevano anche una tenaglia, una tronchese e una torcia a led, e non hanno saputo dare alcuna giustificazione sul carico di rami e sugli attrezzi.
I cittadini rumeni U. M. e C. G. C., entrambi di 33 anni, in Italia senza fissa dimora e con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, sono stati denunciati per ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli, il secondo uomo anche per guida senza patente.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *