Biglietti a bordo autobus, gli autisti Seta sbloccano l’impasse e votano sì al referendum

16/11/2014 – La maggioranza degli autisti di Seta del bacino di Reggio Emilia è favorevole a fare i biglietti a bordo. Questo il risultato del referendum indetto dalle federazioni di categoria Cgil, Cisl, Uil insieme a UGl Trasporti e Faisa- Cisl che, dopo aver mandato per le lunghe le trattative, suscitando una dura reazione dei vertici Seta, ovviamente hanno accettato il risultato, pur ponendo alcune condizioni per la firma dell’accordo.
In tre giorni sono andati a votare l’87% dei lavoratori interessati e di questi quasi il 60% hanno votato sì. I dati sono annunciati in un comunicato firmato dai sindacalisti Maiocchi, Pastena, Neri, Bognar, Bassi e Miglino.

“Ora abbiamo il mandato per siglare un’intesa per dare il via
anche a REggio alla bigliettazione a Bordo – legge nella nota – Ci aspettiamo da  SETA tre cose:

– Che il Presidente dia seguito alla dichiarazione d’intenti per discutere casi fuori copertura assicurativa o, comunque l’impegno a ricercare anche altre soluzioni assicurative;
– Che i biglietti sianno effettivamenente distribuiti capillarmente su tutta al provincia per evitare costi eccessivi all’utente ( il biglietto a bordo fatto dall’autista costa 2 Euro o con la macchinetta 1,5 , non a bordo 1,20).
– Che le attività di controllo e verifica sugli autobus aumentino consistentemente a garanzia di tutti: utenti,
autisti,  azienda ed enti locali. Va stroncato il fenomeno dell’evasione tariffaria sugli autobus e ripensato il
sistema di controlleria appaltato”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *