Apre il nuovo centro culturale Orologio. Anteprima con Johnny La Rosa, design culinario e performance

7/11/2014 – Nuovi spazi per la cultura, l’educazione, l’intrattenimento e la socialità all’antico Casino dell’Orologio, nel quartiere omonimo di Reggio Emilia (via Borodin, 17/A). I servizi contribuiscono ad accrescere in modo significativo e innovativo l’offerta per la comunità, presente da una quarantina d’anni nel complesso con il Centro sociale e il teatro Piccolo Orologio.

La nuova Biblioteca decentrata, il centro di ricerca creativa ed educativa, gli spazi per il dialogo e la partecipazione intergenerazionali – la cui inaugurazione è prevista alle ore 11 di sabato 8 novembre con il sindaco Luca Vecchi e l’assessore all’Educazione Raffaella Curioni, mentre stasera, 7 novembre, dalle 19 alle 24 è programmata l’anteprima di Esperimenti d’arte “Moon ‘O clock” – costituisce “un nuovo Bene comune, uno spazio  culturale che intreccia le funzioni tipiche di una biblioteca e quelle di uno spazio educativo, dando vita a un Atelier intergenerazionale grazie a un’offerta che si rivolge a una fascia di età che va dagli 0 ai 99 anni”.

Inoltre, grazie al contributo di Conad Le Querce e Conad Centro Nord, sponsor principali della nuova struttura, si potranno realizzare ulteriori interventi per aumentare il comfort e la dotazione degli ambienti.

UNA SINTESI DELL’IDEA DI CITTÀ

“Questo progetto racchiude e concentra, in alcuni spazi e proposte per la collettività, la nostra idea di città, assolvendo a una funzione di relazione e socialità, di produzione della cultura, di proposta educativa”, ha detto lo stesso sindaco Vecchi, presentando oggi alla stampa i nuovi spazi, insieme con l’assessore all’Educazione Raffaella Curioni e il direttore della Biblioteca Panizzi e delle Biblioteche comunali decentrate Giordano Gasparini. Presentazione a cui hanno partecipato anche gli altri assessori, dopo una riunione di giunta nel quartiere, avvenuta nello stesso Centro dell’Orologio.

“Un’idea di città – ha aggiunto il sindaco – che si apre al protagonismo dei cittadini e all’investimento sulle persone. Noi abbiamo raccolto un impegno della precedente Amministrazione, lo abbiamo portato a compimento in questi mesi con il lavoro di tanti e siamo fiduciosi che la risposta dei cittadini sarà molto significativa”.

Il sindaco ha infine ringraziato l’architetto progettista Francesca Ruozi, il personale della Biblioteca Panizzi e di Officina Educativa impegnato nel progetto e nella gestione dello Spazio culturale con la cooperativa sociale di educatori Solidarietà 90; Villiam Orlandini presidente del Centro sociale Orologio e Maurizio Corradini presidente del Centro teatrale MaMiMò per la collaborazione e lo sponsor Conad Centro Nord – Conad Le Querce, rappresentato da Mauro Rondanini.

L’OFFERTA DEI NUOVI SERVIZI: DALLA BIBLIO ALL’ATELIER

La riqualificazione di alcuni degli spazi del Casino dell’Orologio ha consentito di ampliare l’offerta di servizi in un contesto già fortemente orientato all’educazione, alla produzione culturale e a una partecipazione intergenerazionale.

L’apertura di uno spazio biblioteca garantisce a questa zona della città densamente popolata tutte le funzioni tipiche di una biblioteca pubblica con una dotazione di circa 3.000 tra libri e materiali audiovisivi a disposizione per la consultazione, il prestito, la promozione della lettura rivolta a più fasce d’età.

La biblioteca vanterà un’offerta che va dalla narrativa alla saggistica per bambini e adulti, con attenzione alle principali novità editoriali.  Anche se per ora più piccola rispetto alle altre biblioteche decentrate, è inserita nel loro circuito, offrendo i medesimi servizi wifi, iscrizione, prestito e consultazione, colmando un vuoto che era avvertito in questa parte della città e offrendo l’importante novità per le biblioteche reggiane di un catalogo giochi, consultabile online.

Inoltre, questo nuovo servizio nasce con un forte richiamo alle vocazioni e alle funzioni già esistenti nella struttura, con l’obiettivo fondamentale di intrecciarsi con i servizi per gli apprendimenti, il gioco, lo studio, la ricerca educativa per i bambini e i ragazzi, aggiungendo ora anche una precisa vocazione alla ricerca e all’innovazione in tutti questi ambiti.

Il servizio Officina Educativa del Comune infatti colloca qui i materiali del proprio centro di ricerca, che rappresentano un punto di riferimento di valenza cittadina per la metodologia didattica.

Gli spazi riqualificati sono fruibili da bambine e bambini, giovani e anziani in una rispettosa diversità e varietà di orari e tipologie di attività. Potranno essere luoghi in cui trascorrere momenti individuali o di gruppo per letture, narrazioni, approfondimenti, momenti ludici, formativi e culturali.

Oltre agli spazi della biblioteca, saranno attivi uno spazio gioco per bambini 0-5 anni, uno spazio per attività espressive, creative e di studio individuale per ragazze e ragazzi fino a 14 anni, spazi per lo studio e la ricerca dei giovani universitari.

L’offerta culturale del luogo affiancherà alla tradizionale consultazione e diffusione di libri e dvd la possibilità di prestito di giochi in scatola e, soprattutto, l’attivazione di contesti di gioco, creatività e sperimentazione, mediati da educatori e atelieristi per tutte le fasce dall’infanzia alla terza età.

LE INIZIATIVE DEL WEEKEND INAUGURALE

Una serie di iniziative è prevista nel weekend in occasione dell’inaugurazione dello Spazio culturale Orologio. Venerdì 7 novembre dalle ore 19 alle 24, un’anteprima con musica e installazioni artistiche: concerto di Johnny La Rosa, Over sound Trio e dj-set Toraug; installazioni visuali, pittura live, design culinario, performance itineranti, teatro e danza.
Sabato 8 novembre alle ore 11 inaugurazione con visita guidata a cura dell’associazione MaMiMò e un buffet.

Nel pomeriggio di sabato 8, dalle ore 15.30 alle ore 18 sono in programma diversi atelier; alle ore 18.30 viene presentata la spedizione alpinistica Manaslu 2014, mentre alle ore 21 si tiene la rappresentazione “(S)legati” a cura della compagnia Atir, nell’ambito della stagione del teatro Piccolo Orologio – MaMiMò (biglietto adulti 12 euro, ridotti 10 euro).

Domenica 9 novembre, diversi atelier: dalle 16 alle 17 letture rivolte alla fascia 0-5 anni e alla fascia 6-10 anni; dalle ore 17.30 alle ore 18.30 invece le letture saranno rivolte alla fascia 6-99 anni, con reading a cura di Giuseppe Caliceti e dei volontari delle associazioni Nati per leggere e Nati per la musica.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *