Ventimila spettatori per il big match Sassuolo-Juventus. Il Mapei Stadium liberato dalle barriere tra curve e campo di gioco

18/10/2014 – Dite quello che volete, ma la Juve è sempre la Juve. Ventimila spettatori accolgono questa sera i bianconeri al Mapei Stadium di Reggio Emilia per l’attesissimo match con il Sassuolo.

E’ una doppia festa perchè per la prima volta l’ex Giglio si presenta “senza catene”. Sono state eliminare le barriere che separavano le due “curve” dal campo di gioco, e ciò in applicazione pratica di una nuova filosofia sportiva che – come ha sottolineato il questore di Reggio Isabella Fusiello – vuole responsabilizzare i tifosi per recuperare la funzione dello stadio come luogo di spettacolo per tutti, e non di conflitto. D’altra parte è ormai dimostrato che i recinti e la militarizzazione a priori degli stadi (purtroppo a volte inevitabile) non fa che generare una spirale perversa dei comportamenti violenti.

Se vogliamo, c’è un terzo elemento di festa: la Juventus è arrivata alla stazione Mediopadana. Segno ulteriore dell’appeal della grande opera firmata Santiago Calatrava, e della sua funzione non solo economica ma promozionale per la città. I bianconeri sono scesi all’Hotel Boiardo di Scandiano, accolti ieri sera dai supporter in visibilio.

Sempre venerdì, mister Di Francesco e l’a.d. del Sassuolo Carnevali sono stati visti al ristorante Canossa di via a Roma a Reggio: cordiale saluto con l’imprenditore Achille Corradini (a pranzo anche lui insieme a don Ennio Munari) che ha voluto esprimere parole di sostegno e incoraggiamento.
Questa sera (fischio d’inizio alle 20,45) il Sassuolo si presenta con la consueta formazione d’attacco formata da Berardi, Zaza e Sansone. Di Francesco recupera Vrsaljko, mentre deve fare a meno di Peluso, squalificato.

I bianconeri si presentano con gli uomini contati: Allegri ha a disposizione Barzagli, Caceres e Romulo. In difesa Ogbonna che andrà ad affiancare Bonucci e Chiellini. A centrocampo Pirlo e Lichsteiner che sembrano gli unici sicuri di giocare titolari, mentre Pogba, Marchisio e Pereyra sono in tre per due maglie.

Ballottaggio anche per quanto riguarda la fascia sinistra, con il solito dubbio legato all’impiego di Asamoah o Evra. In attacco non ci sarà lo squalificato Morata, quindi si va verso la conferma del tandem formato da Tevez e Llorente, con Coman e Giovinco pronti a subentrare dalla panchina.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *