Spazio all’intolleranza. Giovani della rete Antifa assaltano banchetto di Filippi e strappano bandiera di Forza Italia

6/10/2014 – Ancora un episodio di intolleranza politica, che la dice lunga sul clima della prossima campagna elettorale.

E’ accaduto venerdì pomeriggio in centro città: un gruppo di giovani appartenenti alla sigla ANTIFA, organizzazione della sinistra antagonista, ha letteralmente assaltato il banchetto politico organizzato in viale Timavo, davanti all’Esselunga, dal Consigliere regionale di Forza Italia Fabio Filippi.

Era in atto la raccolta firme organizzata da Filippi in tutta la provincia di Reggio Emilia, contro l’operazione Mare Nostrum.

“I giovani militanti di ANTIFA – riferisce Filippi – hanno minacciato gli esponenti azzurri presenti al presidio, strappato la bandiera di Forza Italia dal banchetto,sequestrato il materiale in distribuzione e attaccato adesivi con la scritta ANTIFA (Azione Antifascista)”.

Il Consigliere reggiano era già stato in passato preso di mira dalla stessa organizzazione, lettere di minacce gli erano pervenute a casa dopo la commemorazione, promossa dallo stesso politico, in ricordo delle ventiquattro vittime massacrate, a guerra finita, dai partigiani comunisti a Cernaieto.

“ANTIFA è attiva in diverse parti d’Europa, in Italia utilizza la violenza come strumento di lotta, numerose le manifestazioni non autorizzate e le occupazioni di appartamenti sfitti – afferma il consigliere azzurro – in
linea con la loro ideologia il gruppo non ha alcuna autorità centrale”.

“Abbiamo subìto le ennesime minacce da un gruppo estremista di sinistra, un’organizzazione che si pone ai margini della legalità – conclude – Non ci faremo intimidire neanche questa volta, la nostra azione a difesa dei diritti e dei valori fondamentali come libertà, giustizia e democrazia continua più forte di prima”.

Questa settimana, dalle 9.30 alle 12.30, sono in programma banchetti in diversi comuni: martedì in piazza del Monte a Reggio Emilia, mercoledì al mercato di Correggio e giovedì a Boretto.

Dopo il caso del banchetto all’Esselunga, domenica mattina gli antagonisti di Aq16 hanno coperto d’insulti le Sentinelle che in piazza Prampolini manifestavano in silenzio contro la legge che introduce il reato di omofobia.

(p.l.g.)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *