Oggetti misteriosi in volo sulla Bassa. Una testimone: “Sono passati sopra la mia auto”

29/10/2014 – Continuano gli avvistamenti di oggetti volanti non identificati nei cieli del reggiano. Oggetti che apparentemente compiono evoluzioni impossibili per un velivolo normale.
Particolarmente dettagliata la testimonianza, raccolta da Reggio Report, dell’avvistamento di ben cinque oggetti in formazione, osservati da due testimoni intorno alla mezzanotte di sabato 27 settembre. Protagonisti una consulente aziendale e un professore universitario, che viaggiavano sulla A22 in direzione Nord tra Carpi e il casello di Reggiolo-Rolo.
Ecco la descrizione del fatto da parte della persona che si trovava alla guida e che è riuscita anche a scattare un paio di foto con lo smartphone.

20100508-alieno gif bellaLA TESTIMONIANZA

“Sabato notte 27/9/2014 mi trovavo a percorrere l’A22 in direzione nord tra Carpi e Rolo-Reggiolo intorno a mezzanotte, mezzanotte e dieci, quando ho visto cinque luci di un color arancione molto intenso, che si trovavano ad altezza diversa ma equidistanti l’una dall’altra, e che si muovevano in avanti tenendo sempre la quota direzione Ovest.

Sembravano luci di aerei in fila per la discesa finale in atterraggio, ma sicuramente non erano aerei in quanto:
1) erano perpendicolari alla pista di Verona;
2) non avevano alcuna luce lampeggiante;
3) il colore era arancio intenso.

Fatto ancora più importante, a un certo momento due dei cinque oggetti hanno lasciato quella sorta di formazione e si sono messi uno a fianco dell’altro alla stessa altitudine e alla medesima velocità e hanno girato verso la mia auto letteralmente volandoci sopra. E quindi cambiando direzione, da ovest verso sud, puntando verso Reggio”.

La testimonianza (di una persona che conosce bene “i velivoli commerciali e le loro caratteristiche”) precisa che nonostante le luci fossero molto basse, non è stato possibile distinguerne la forma “né altro indizio circa la loro natura”.

“Andavano a una velocità costante e distintamente veloce, ma non troppo. Di certo – aggiunge – non si trattava di qualcosa di conosciuto. Non si trattave nemmeno di elicotteri, in quanto ci sarebbero stati dei lampeggianti. In altre parole, non so cosa ho visto”. “Gli altri tre oggetti – conclude la testimonianza – sono svaniti nel buio, come se avessero preso la direzione opposta alla mia”.

Le due foto scattate con lo smartphone dalla macchina in movimento nella notte, sono ovviamente mosse, tuttavia si distinguono i due oggetti puntiformi color arancione che volavano in direzione dell’auto.

L’INSEGUIMENTO VISTO A PUIANELLO

Per il moltiplicarsi da qualche anno di avvistamenti non attribuibili a riflessi o a lanterne cinesi, la zona del reggiano è monitorata con particolare attenzione. Lo è soprattutto dopo un avvistamento nella primavera del 2013 di un oggetto, poi scomparso di colpo, inseguito da tre caccia dell’Aeronautica Militare. L’avvistamento era avvenuto a Puianello, pochi minuti prima del passaggio di qualcosa di sferico (o elicoidale) sopra Verona, come testimoniato da decine di persone.

È grosso modo la stessa direttrice dei cinque oggetti visti nella notte del 27 settembre.

(p.l.g.)

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Soluzione Rispondi

    29/10/2014 alle 15:01

    c’è già la risposta sulla stampa per due di quegli oggetti, sono due avvocati, padre e figlio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *