Iren riduce gli organici: 300 esodi incentivati verso la pensione, e assunzione di 180 apprendisti

28/10/2014 – Iren e sindacati hanno firmato un accordo, definito pomposamente “patto intergenerazionale per concreti sbocchi occupazionali ai giovani” che prevede la riduzione dell’organico della multiutility di 300 unità, su un totale di 4 mila 500 dipendenti, attraverso l’esodo volontario incentivato con accompagnamento alla pensione per i dipendenti che maturano i requisiti entro il 2018.

I posti saranno reintegrati, ma solo per la metà o poco più, con l’assunzione di 180 nuovi lavoratori, principalmente giovani con contratto di apprendistato, entro il 2016.

L’incentivazione, che sarà a totale carico del Gruppo Iren e senza oneri per gli Istituti previdenziali (in applicazione dell’art. 4 della legge 92/2012), consentirà al personale più anziano attualmente occupato di andare in pensione fino a 24 mesi prima della data di maturazione, colmando in parte il ritardo nella cessazione del rapporto di lavoro venutosi a determinare dopo la riforma del sistema previdenziale.

L’uscita dei lavoratori più anziani favorirà il ricambio generazionale: ad oggi gli occupati del Gruppo Iren con età inferiore ai 40 anni sono meno del 15%, mentre i lavoratori con più di 50 anni d’età sono oltre il 50%, con ricadute che il Gruppo vuole contrastare anticipatamente.

Le nuove opportunità occupazionali, sostenute da percorsi formativi professionalizzanti a carico del Gruppo Iren, e il riequilibrio demografico sono obiettivi fondamentali per la realizzazione dei progetti di sviluppo che la multiutility sta definendo nel nuovo Piano industriale e “che richiedono l’acquisizione di nuove professionalità, una focalizzazione più spinta su competenze distintive e innovative e la costruzione di una cultura di Gruppo più orientata all’anticipazione dei bisogni delle comunità, alla centralità del cliente e alla crescita come occasione di sviluppo anche per i territori di riferimento”.

Alla base dell’accordo, infatti, è previsto un importante piano di iniziative di formazione e addestramento per i nuovi assunti, che il Gruppo Iren realizzerà in stretta collaborazione con il mondo scolastico e universitario, delineando in questo modo anche l’occasione per creare una più stretta relazione tra i percorsi formativi tradizionali e le reali esigenze del mondo del lavoro.

Il potenziamento delle competenze – sottolinea una nota di Iren – “riguarderà non solo i nuovi assunti, ma tutto il personale dipendente, per il Gruppo Iren leva strategica su cui accrescere l’investimento in termini di valorizzazione delle tante competenze ed esperienze già ora disponibili”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *