Reggiano inventa il cinema multisensoriale: il 3D vi sembrerà uno scherzo

23/10/2014 – Si chiama “Cinema multisensoriale e automatico”, commercialmente “simulatore dinamico T”. Proietta filmati in 3D con effetti di sala stupefacenti e movimenti degni di una “giostra”.

E’ l’ultima invenzione dell’imprenditore reggiano Alberto Barbieri, 45 anni, che sarà presentata alla Fiera di Hannover nella prossima primavera.

Ma il prototipo del Cinema multisensoriale si può già provare al Bowling 2000 di via Vistola a Cella, dove sta ottenendo un grande successo, proprio perché il simulatore T coinvolge tutti i sensi, con un effetto estremamente coinvolgente. Il prototipo di dimensioni contenute può ospitare due persone, ma è modulabile anche per capienze maggiori.

Il cinema multisensoriale di Barbieri è frutto di oltre due anni di studio e lavoro in cui in cui l’inventore si è avvalso della collaborazione di tecnici e imprese emiliano-romagnole, che hanno da subito accolto con entusiasmo il progetto mettendo a sua disposizione materiali e competenze. L’investimento sostenuto è stato di circa 100 mila euro; il cinema costa 30 mila euro, oltre al capannone utilizzato per produrlo.

Alberto Barbieri è ingegnere, sposato e padre di due figli di 7 e 11 anni. L’idea, poi brevettata, gli è venuta proprio da un viaggio a Disney World con i suoi bambini, stimolato dal fatto che aveva trovato le attrazioni di questo tipo deludenti. Così si è accesa la lampadina del Cinema multisensoriale automatico, o Simulatore dinamico T.

Barbieri ha già brevettato diverse invenzioni: all’età di 30 anni ha lavorato, ad esempio, alla realizzazione dei LED ad alta efficienza. E’ citato da Wikipedia tra i primi che indagarono la cosa. Ha brevettato anche un soffietto modulare per la protezione dei cilindri. Anche i filmati e le musiche utilizzati sono stati prodotti direttamente da operatori e tecnici del territorio.

Si attiva tramite l’inserimento di un normale gettone da sala giochi, non necessita quindi di un operatore che lo faccia funzionare. Può essere collegato tramite wi-fi alla rete internet. Utilizza una normale presa di corrente domestica, non di tipo industriale.

Oltre all’utilizzo ludico è stato pensato per promuovere imprese e prodotti sia in sede aziendale che presso eventi fieristici, data la facilità di trasporto di cui è dotato. Barbieri ne garantisce non solo il montaggio, ma anche la
formazione per l’utilizzatore finale e la manutenzione.

Barbieri tra i tanti ringraziamenti che rivolge a tutti coloro che si sono prodigati per la realizzazione del prodotto aggiunge quelli alla propria famiglia, genitori e moglie, che lo ha sempre sostenuto in tutte le fasi del progetto e ha da subito creduto nella sua idea innovativa.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *