Compiono tre colpi in due ore, ma a Bagnolo gli va male. Coppia di ladri in manette, terzo complice denunciato

4/10/2014 – Hanno imperversato per più di un’ora tra le province di Parma, Mantova e Reggio Emilia compiendo una serie di furti su auto e in appartamento. Ma li hanno intercettati e sono stati arrestati dai Carabinieri di Bagnolo in Piano, dopo il colpo in un’abitazione del paese la cui la proprietaria, svegliatasi per i rumori, ha scoperto i ladri in casa.

La loro fuga è stata inutile: grazie al tempestivo allarme giunto al 112 i militari di Bagnolo in Piano ieri mattina hanno arrestato Walter Relandini di 25 anni residente a Cadelbosco Sopra e Sara Gallieri di 30 anni residente a Bologna, che ora devono comparire davanti al giudice per rispondere di furto continuato e aggravato. Denunciato con le stesse accuse un terzo complice identificato nel 49enne O.T. residente a Jesi, che è riuscito a fuggire, ma è stato comunque identificato e deferito in stato di libertà.

Il terzetto aveva messo a segno due furti tra le 8 e le 9 a Parma e Viadana ai danni di altrettante donne che avevano accompagnato i figli a scuola. A Parma si sono appropriati di un iPhone 6 mentre a Viadana hanno rubato una borsa con 250 euro, documenti personali e un cellulare. Quindi si sono spostati a Bagnolo in Piano, rivolgendo le loro attenzioni a una casa del paese. Dopo aver divelto l’inferriata e forzato la finestra sono entrati in casa.

I rumori hanno svegliato la proprietaria e i ladri, una volta scoperti, hanno preferito la fuga a boro di una Ford Fiesta. Durante i controlli il 49enne fuggiva mentre i due complici venivano condotti in caserma ed arrestati. La derubata li ha riconosciuti (comunque dalla casa non sono riusciti a portar via alcunché), mentre nell’auto i Carabinieri hanno trovato buona parte della refurtiva di Parma e Viadana.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *