A Campagnola il giorno del dolore: folla enorme per l’ultimo saluto al piccolo Lyam

31/10/2014 – È stata una giornata di lutto cittadino e soprattutto di dolore corale a Campagnoa, dove una folla di centinaia di persone ha dato l’addio al piccolo Lyam Andres Castillo, morto a 11 anni per una tragica caduta dalla bicicletta.

Il lungo corteo funebre, in testa i famigliari del bambino distrutti dal dolore, è partito dalla casa dei Castillo in via Levi, dove il feretro era arrivato dalle camere ardenti dell’ospedale San Sebastiano di Correggio. Poi la funzione funebre nella parrocchiale di Campagnola gremita all’inverosimile. Tante persone hanno dovuto seguire il rito attraverso gli altoparlanti posti all’esterno della chiesa. Al termine il cielo si è riempito di palloncini bianchi, e sono state liberate due colombe. Ora Lyam riposa nel cimitero di Campagnola.

C’era veramente tutto il paese ai funerali, in un mare di lacrime, nella giornata del dolore e del lutto cittadino proclamato dal sindaco Santachiara. E c’erano ai funerali anche le delegazioni della Correggese, dove Lyam aveva frequentato la scuola calcio rivelando tutto il suo talento, e del Carpi che da quest’anno lo aveva voluto nella sua squadra Esordienti: i compagni hanno lasciato sulla bara bianca una maglia con le loro firme.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *