Toano: eternit e rifiuti abbandonati. Il sindaco rampogna i cittadini e minaccia denunce

12/9/2014 – Oggi in Municipio a Toano incontro con gli addetti del settore, presenti le forze dell’ordine, sulla situazione rifiuti. Il sindaco Vincenzo Volpi non usa giri di parole per denunciare una situazione di malcostume diffuso. Si è arrivati al punto che qualcuno nei giorni scorsi ha scaricato pezzi di eternit in prossimità dei cassonetti.

“La salvaguardia dell’ambiente rappresenta una nostra priorità ed è perciò intollerabile che si possano ancora verificare episodi di abbandono di rifiuti, seppur circoscritti”, ha affermato Volpi. Il sindaco ribadisce “la volontà dell’amministrazione di combattere tali atti di inciviltà, anche con la denuncia alle autorità competenti, specialmente nel caso di scarti pericolosi”.

Sottolinea Danilo Redeghieri, consigliere con delega all’ambiente: “Il nostro Comune si è sempre battuto per un territorio più sano e pulito. Si pensi, ad esempio, alla tradizionale giornata ecologica, istituita quasi vent’anni fa, cui prendono parte entità di natura e di sensibilità anche diverse, accomunate però da un unico obiettivo, e in cui è significativa la partecipazione di toanesi di ogni età”.

Da segnalare inoltre “la presenza di ben quattro isole ecologiche – spiega poi il sindaco Volpi – a Toano, Cavola, Quara e Cerredolo e l’adozione del sistema della capillarizzata stradale, a dimostrazione dell’impegno dell’ente pubblico e della popolazione su questo fondamentale tema”.

Prosegue il primo cittadino: “Nonostante ciò, nei giorni scorsi, la polizia municipale ha constatato due intollerabili situazioni di abbandono in modo incontrollato di rifiuti proprio in prossimità delle isole del capoluogo e di Cerredolo, tra cui alcune lastre rotte di probabile eternit. Speriamo che si possa risalire agli autori delle violazioni”. Sui fatti specifici la stessa polizia si sarebbe già attivata per procedere alla denuncia contro ignoti.

Purtroppo sono sufficienti “poche azioni di questo genere – conclude Vincenzo Volpi – per mettere a repentaglio i nostri sforzi al fine di rendere sempre più incisiva una coscienza ambientale peraltro molto diffusa nella nostra gente, che invitiamo a collaborare per segnalarci eventuali altri abusi, ricordando anche che non è possibile depositare rifiuti accanto ai cassonetti, pure di differenziata, in attesa di essere svuotati”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *