Storia della Diocesi: pubblicato il terzo volume sull’età moderna. Presentazione stasea alla Pieve di Guastalla

25/9/2014 – Due solidi tomi per complessive 1.340 pagine costituiscono il 3° volume della Storia della Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla, un’impresa editoriale di notevole spessore scientifico.L’opera viene presentata questa sera, giovedì 25 settemvre, nella romanica Pieve di Guastalla, alla presenza del vescovo Massimo Camisasca. Partecipa il professor Mario Rosa, componente del Comitato scientifico e Coordinatore di area per l’epoca moderna del progetto.

Questo terzo volume, edito dalla Morcelliana a cura di Giovanni Costi e Giuseppe Giovanelli, co-reponsabili del Centro Diocesano Studi Storici “Mons. Francesco Milani” di Marola, è articolato in 28 capitoli; i contributi monografici sono firmati da ventidue autori.

È l’età moderna il periodo storico affrontato nei due tomi, che coprono un periodo di tempo che corre dalla riforma tridentina alla rivoluzione francese; ma la trattazione di alcune tematiche giunge anche all’età contemporanea, per
completare in maniera esauriente l’esame di particolari
aspetti della storia ecclesiale reggiano-guastallese.

Ora si attende l’uscita del quarto impegnativo volume – anch’esso articolato in due tomi – dedicato all’età contemporanea, per completare tale progetto editoriale voluto dal vescovo Adriano Caprioli.

Il terzo volume si apre con la premessa di monsignor Lorenzo
Ghizzoni, già vescovo ausiliare e ora arcivescovo metropolita di Ravenna-Cervia, che evidenzia come l’impegnativo cammino di elaborazione della storia della Chiesa reggiano-guastallese sia giunto alla svolta dell’età moderna, caratterizzata dal grande sforzo di rinnovamento della vita interna delle Chiese
locali, mettendo in luce nel contempo un lungo processo di cambiamenti nella società.
Nella presentazione, i curatori sottolineano come il periodo esaminato – tre secoli – si presenti in un complicato intreccio storico-ecclesiale.

Il prof. Mario Rosa, Professore emerito della Scuola Normale Superiore di Pisa e già Ordinario di storia moderna, Accademico dei Lincei, zcrive nell’introduziine che i contributi ospitati nel terzo volume sono il frutto di ampie indagini condotte attraverso la bibliografia più antica e quella più recente, ma soprattutto attraverso l’utilizzo di fonti inedite o quasi sconosciute, grazie anche alla vastissima documentazione archivistica consultata.

Autori dei contributi sono: Fernando Menozzi, Gianni Dallasta, Giuseppe Giovanelli, Elena Rotelli, Sergio Ciroldi, mons. Giancarlo Gozzi, Gabriele Fabbrici, Giuliano Bagnoli, Nando Bacchi, Mario Colletti, mons. Giancarlo Bellani, mons. Giovanni Costi, mons. Enrico Mazza, Giorgio Ferrari, Zeno
Davoli, Davide Dazzi, Nardina Guarrasi, Massimo Mussini, Sauro Rodolfi, Antonio Marginesi, Romolo Fioroni, Giuseppe Adriano Rossi; numerosi tra loro i soci della Deputazione reggiana di storia patria.

I due tomi sono completati dagli indici dei nomi di persona e dei toponimi, da un corredo iconografico, nonché da cronologie, bibliografia e documentazione archivistica.

Buona parte del primo tomo – i capitoli dal 2° al 10° – è dedicata alla storia della diocesi di Guastalla, mentre il primo capitolo ripercorre le vicende dell’antica diocesi di Brescello. È anche a motivo di ciò che il terzo volume viene presentato nella Pieve di Guastalla.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *