Pd: appello dei riformisti per Roberto Balzani. Tra i firmatari Bertolini, Franco Corradini, Gasparini e Stefano Raspini

11/9/2014 – Un documento-appello a favore di Roberto Balzani, l’ex sindaco di Forlì candidato alle primarie del Pd per la presidenza della Regione, è stato sottoscritto e diffuso ieri sera da un gruppo di esponenti politici, della cultura e delle professioni di Reggio Emilia che fanno riferimento all’Area riformista. Nel documento si legge fra l’altro che la candidatura del docente universitario ” apre una possibilità nuova per ragionare in modo critico sulle cause della crisi del “modello emiliano”. Inoltre rilevano come il renzismo, in Emilia Romagna, stia sempre più slittando in lotte di potere fra gruppi e persone. La nota è firmata fra gli altri da Vincenzo Bertolini, dall’ex assessore Franco Corradini, da Duilio Cangiari, Franco Cefalota, Stefano Raspini, Gilberto Gasparini.
Proprio ieri Balzani ha dichiarato che potrebbe correre alle elezioni regionali di novembre con una propria lista, se il Pd decidesse di annullare le primarie, di fronte all’inchiesta per peculato che vede indagati anche Matteo Richetti (che si è ritirato dalla competizione) e il segretario regionale Stefano Bonaccini.

IL DOCUMENTO PER ROBERTO BALZANI

La candidatura di Roberto Balzani a Presidente della regione Emilia Romagna apre una possibilità nuova di ragionare in modo critico e puntuale su quello che è stato il “modello emiliano” e delle cause della sua crisi.
Fino ad oggi la discussione si è incentrata sulle persone, sulle correnti, su come si potesse ricercare un candidato renziano sì, ma anche un po’ bersaniano e soprattutto che fosse gradito a Errani oltre che a Renzi.
Si è dimostrato, in questa vicenda, come molta della carica del renzismo, in ER, si affievolisca a favore della caccia ai posti che vengono considerati ad alta possiblità di conquista essendo, la regione ER, non contendibile da una destra inadeguata e semi inesistente e dal movimento di Grillo perso
nelle sue contorsioni interne.
Pur provenendo, alcuni di noi, da diverse esperienze politiche e culturali che affondano le radici nel secolo scorso, siamo convinti che quelle radici possano dare ancora molti frutti e, soprattutto, molta innovazione perché traggono linfa da culture vere e non da un correntismo asfittico e da parole spesso vuote di significato.
Abbiamo deciso di sostenere Roberto Balzani perché, coerente con la sua storia politica, ha messo al centro non il bilancino delle correnti , la ricerca di legittimazione da parte di qualche leader ma la radicalità della innovazione di
cui ha bisogno l’Emilia Romagna.
Il tema ambientale con al centro il risparmio e il riuso del territorio, la riforma della regione con l’obiettivo di una funzione, della stessa, più programmatrice che di gestione, il ridisegno delle funzioni dei comuni, lo sfoltimento delle
società pubbliche…… ecc.
Tanti sono i temi toccati nel suo documento programmatico ma, soprattutto, ci convince il suo approccio da pragmatico
fondato su basi scientifiche, da uomo libero, che sa che, in caso di sconfitta, può tornare al suo lavoro di insegnante universitario senza bisogno di mance o di assessorati in cambio di un ritorno all’ovile.
La stampa si concentra sui candidati che considera favoriti perchè vedranno un grande dispiegamento di apparati che, pur ridotti nel numero, non hanno ridotto le aspirazioni nel
grande ufficio di collocamento rappresentato dalla politica
regionale.
Noi stiamo con Roberto Balzani convinti di sostenere una battaglia dura, difficile, ma utile per la società emiliano romagnola.

Alessandra Ferretti
Amal el Jarmouni
Devid Sassi
Duilio Cangiari
Ela Daci
Faiza El Mezgueldi Charee
Franco Cefalota
Franco Corradini
Gasparini Gilberto
Giuseppe Neroni
Luca Nasciuti
Nello Vezzani
Nives Corradi
Orlando Montanari
Stefano Raspini
Vincenzo Bertolini”

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *