Parapiglia su un bus: studenti-coraggio fanno arrestare due rapinatori di smartphone

30/9/2014 – Due malviventi della banda degli smartphone che infesta da qualche tempo gli autobus di linea, è stato arrestato dai Carabinieri di Sant’Ilario d’Enza grazie a un gruppo di ragazzi-coraggio che tornavano in pullman da scuola.

Tutto è avvenuto ieri dopo l’una in un bus Seta, quando uno dei due ladri ha preso il cellulare dalla tasca di uno studente, minacciandolo di prenderlo a botte perché aveva reclamato la restituzione del maltolto: “Levati di mezzo se non vuoi prenderle”.

Dopo essere stato colpito allo sterno per aver cercato di impedire la fuga del ladro, ha trovato la solidarietà degli altri studenti presenti nel pullman: chi ha urlato al conducente di non aprire le porte, chi ha chiamato i Carabinieri, chi si è frapposto tra ladro e vittima per impedire a quest’ultimo ulteriori conseguenze. Tutti però sono scesi compatti quando il ladro, aiutato da un complice , ha forzato le porte del pullman dandosi alla fuga.

I carabinieri della Stazione di Sant’Ilario d’Enza, che intanto sopraggiungevano, hanno visto i due inseguiti dagli studenti, e li hanno bloccati.

Con l’accusa di concorso in  rapina impropria i carabinieri hanno arrestato due uomini dii 27 e 25 anni abitanti a Sant’Ilario, ora ristretti a disposizione della Procura reggiana. Accusa, quella di rapina, a cui devono aggiungersi
anche quelle di interruzione di pubblico servizio e danneggiamento al mezzo pubblico.

I Carabinieri hanno trovato anche lo smartphone rubato recuperandolo dietro una siepe lungo l’itinerario di fuga dei due arrestati. Al vaglio dei Carabinieri di Sant’Ilario d’Enza le eventuali responsabilità dei due per analoghi episodi verificatisi nelle scorse settimana sempre a bordo di mezzi pubblici.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *