Informatica in salsa di pomodoro. Impresa It di Reggio vince importante appalto del Consorzio di Collecchio

8/9/2914 – Le aziende Cis & Met Informatica di Reggio Emila, C55 di Parma e Soroban di Milano si sono aggiudicate un importante appalto per il rinnovamento del sistema informativo di Co.Pad.Or. (Consorzio Padano Ortofrutticolo di Collecchio) che si colloca tra le principali aziende di trasformazione del pomodoro operanti nel Paese.

L’impresa reggiana si è occupata della logistica del comparto alimentare con particolare competenza nella filiera e tracciabilità; quella parmigiana di automazione industriale e gestione produzione; infine la milanese di gestione amministrativa e controllo di gestione.

Il progetto s’inserisce nell’ambito del piano di ristrutturazione industriale avviato da Co.Pad.Or. a fine 2013 per migliorare i processi di cambiamento e organizzazione.

“Abbiamo lavorato sei mesi in maniera intensiva, a stretto contatto con le figure chiave di Co.Pad.Or. per avviare il sistema composto da CM-Logistica.net – spiega Ivan Teggi di Cis & Met Informatica – Il consorzio, fra luglio e settembre, riceve circa 280 mila tonnellate di pomodori freschi dai 200 soci ubicati in Emilia. Il prodotto viene lavorato e confezionato a tempo di record e quest’anno, con la nuova soluzione IT realizzata insieme ai nostri partner, sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati: massima efficienza, totale controllo della movimentazione merci e completa tracciabilità”.

Mirko Bolsi, responsabile IT di Co.Pad.Or., ha aggiunto: “Abbiamo investito nell’agricoltura sostenibile adottando uno schema per la certificazione internazionale delle buone pratiche agricole, promosso dalle più importanti aziende di distribuzione mondiali. Questo garantisce il minimo impiego di prodotti chimici, attenzioni specifiche per la protezione
ambientale, massima cura degli aspetti igienici nella manipolazione dei prodotti alimentari, oltre alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Per fare ciò si è reso necessario governare ogni singolo processo di lavorazione, dal seme al prodotto lavorato, tramite un sistema informativo integrato che tracci ogni fase del processo, ogni lavorazione e allerti l’operatore al momento delle non conformità”.

Inoltre il nuovo sistema informativo introdurrà un modello di controllo aziendale che permetta di rilevare costi e rimuneratività delle diverse attività e di monitorare con maggiore attenzione i flussi di cassa attesi.

A questo proposito Paolo Bianchi, responsabile amministrativo di Co.Pad.Or., ha dichiarato: “In una fase economica recessiva e instabile il controllo dei flussi di cassa, la corretta attribuzione dei costi e la tracciabilità dell’intero processo produttivo e logistico sono di fondamentale importanza per mantenere l’azienda sana e remunerativa e in questo la scelta del software è stata fondamentale”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *