Coppia di nigeriani forza posto di blocco dei Carabinieri a Carpineti. Lei aveva coltellaccio di 31 centimetri

20/9/2014 – Continuano senza sosta i controlli dei Carabinieri della montagna reggiana. La scorsa notte i militari della Stazione di Carpineti hanno intimato l’alt ad una macchina con a bordo una coppia di nigeriani, poi identificati in un 28enne abitante a Reggio Emilia e in una donna di 25 anni residente a Caltanissetta, i quali sono sfuggiti al controllo forzando il posto di blocco.
I due stranieri, che intanto avevano già raggiunto il territorio di Vezzano sul Crostolo, sono stati poco dopo rintracciati e fermati. l’uomo ha opposto resistenza nei confronti dei militare che intendeva identificarlo. La donna invece aveva un coltello della lunghezza complessiva di 31 cm con una lama di ben 18 centimetri di lama, sottoposto a sequestro. I due, denunciati, ovranno rispondere dinanzi alla magistratura reggiana dei reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e porto abusivo di armi bianche.
Dovrà rispondere invece di guida in stato di ebbrezza alcolica un toanese di 58 anni che, sempre nel medesimo contesto di controlli straordinari del territorio, è stato fermato dai
Carabinieri della locale Stazione mentre si trovava alla guida della sua autovettura: aveva un tasso alcolico superiore al minimo consentito dalla legge.
 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *