Cartelli pro-Isis a Reggio: Filippi “chiama” la Regione. “Spesi milioni per l’integrazione, questi sono i risultati”

9/9/2014 – Il Consigliere regionale di Forza Italia, Fabio Filippi, ha depositato in mattinata un’interrogazione regionale rivolta alla Giunta per comprendere l’entità, in Emilia Romagna, del fenomeno reclutamento dei giovani islamisti da inviare nei territori di guerra del Medio Oriente.

Filippi ha chiesto alla Regione di attivarsi al fine di collaborare con le forze dell’ordine per contrastare ogni forma di matrice islamista a Reggio Emilia e nella nostra regione.

“L’amministrazione regionale del Pd – afferma il consigliere Filippi – sembra disinteressarsi al fenomeno, da anni spende milioni di euro in fondi regionali sull’integrazione senza aver tenuto conto dei risvolti negativi. Il risultato è che attualmente non siamo in possesso degli strumenti necessari per contrastare in modo adeguato le infiltrazioni di gruppi terroristici, di matrice islamista, nel nostro tessuto sociale.

L’allarme ha superato i livelli di guardia, a Reggio Emilia sono comparsi cartelli di propaganda jihadista, non si esclude esistano centri di reclutamento dell’Isis (Stato Islamico dell’Iraq e del Levante), gruppo terroristico particolarmente attivo in Medio Oriente.”

Un primo cartello inneggiante all’Isis era stato affisso a fine agosto su una recinzione in via Adua, un secondo è comparso nei giorni in Viale dei Mille, nel centro di Reggio Emilia.

“Non possiamo trascurare – conclude Filippi – un problema tanto grande. La Regione collabori con le forze dell’ordine al fine di contrastare, con ogni mezzo a disposizione, il fenomeno del terrorismo di matrice islamica. Ci attendiamo iniziative concrete e decise già nei prossimi giorni. Il buonismo di sinistra non ha pagato”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *