Botte da orbi tra padre e figlio ghanesi. Gigante di 43 anni bloccato a stento dai poliziotti

22/9/2014 – Botte da orbi in una casa di ghanesi a Reggio: per immobilizzare il capo famiglia, arrestato per maltrattamenti e resistenza, ci sono voluti parecchi poliziotti.

Domenica mattina, poco prima di mezzogiorno, una Volante è intervenuta nell’abitazione di una famiglia nordafricana, dov’era stata segnalata una lite molto molto accesa. Il capo famiglia stava litigando furiosamente col figlio maggiorenne, alla presenza delle figlie minori.

Il padre pretendeva che il figlio ormai maggiorenne se ne andasse definitivamente da casa. Da notare che la polizia era intervenuta nella stessa casa e per le medesime ragioni solo due giorni prima.

Vista la stazza fisica del padre, un vero armadio, il suo stato di alterazione e l’impossibilità di farlo ragionare, gli agenti hanno pensato dapprima a mettere al sicuro le bambine, facendole uscire dall’appartamento.

Nel frattempo l’uomo, sempre più alterato, si è scagliato con violenza contro il figlio. Mentre volavano pugni e schiaffi, i poliziotti hanno chiesto l’intervento di altri colleghi e tutti insieme sono riusciti finalmente a bloccare l’uomo inferocito.

Accompagnato in Questura, Joseph Aggry, ghanese di 43 anni, è stato arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato all’Autorità Giudiziaria per maltrattamenti in famiglia.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *