Spaccano il naso a una barista perchè si rifiuta di servirgli da bere. Altri due denunciati per l’aggressione di Cadelbosco

7/8/2014 – Il 12 luglio scorso una banda di adulti aveva pestato e rapinato la proprietaria del Gran Bar da Gigi di Cadelbosco Sopra, colpevole ai loro occhi di essersi rifiutata di servirgli bere perché erano già alticci, se non ubriachi del tutto.

Erano in cinque: due di loro, un 25enne di Cadelbosco Sopra e un uomo di 30 anni di Reggio Emilia, erano finiti subito tra le braccia dei Carabinieri di Cadelbosco, che riuscivano ad arrestarli sul posto, mentre gli altri tre fuggivano.

Ora i militari hanno individuato e denunciato alla Procura di Reggio Emilia altri due figuri da “arancia meccanica” che avrebbero partecipato al pestaggio della barista: si tratta di un giovane di Correggio e di uno di 22 anni abitante a Reggio Emilia, forse il più giovane della banda.

La selvaggia aggressione era avvenuta alle 18,30 del 12 luglio: dopo il rifiuto di servirgli altro alcol, visto lo stato di ubriachezza, i cinque avevano picchiato con ferocia la barista, al punto da spaccarle il naso. Poi i due, bloccati dai Carabinieri, hanno compiuto l’opera aggredendo anche i militari.

Gli ulteriori accertamenti, e l’esame delle immagini registrate dagli apparecchi di videosorveglianza, hanno evidenziato che i cinque, dopo aver picchiato la barista, si erano anche impossessati di diverse bottiglie di alcolici.

I due denunciati alla Procura sono stati riconosciuti dalla vittima. Ora i militari stanno cercando di individuare il quinto delinquente scandagliando la cerchia degli amici dei quattro indagati. La sua identificazione, sostengono gli investigatori, potrebbe essere questione di giorni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *