Social housing: delegazione spagnola in visita alle nuove case Acer di via Compagnoni

12/8/2014 – Una delegazione di Avs (Asociación Española de Promotores Públicos de Vivienda y Suelo), l’associazione nazionale spagnola di edilizia sociale, guidata dal direttore tecnico, architetto Carlos De Astorza, ha fatto visita nei giorni scorsi ad Acer Reggio Emilia, con cui da anni intrattiene un rapporto di collaborazione.

Il presidente di Acer Marco Corradi e il vice presidente Alfonso Chiessi hanno guidato la delegazione in visita al Quartiere Compagnoni, oggetto di un articolato programma di riqualificazione urbana, edilizia ed energetica avviato nel 2004 dal Comune di Reggio Emilia insieme ad Acer – grazie a risorse proprie, contributi statali e finanziamenti della Regione Emilia-Romagna – che ha portato alla demolizione e ricostruzione di intere palazzine, oltre alla riqualificazione energetica di 11 edifici, che terminerà nel 2015, per un investimento complessivo di oltre 34 milioni di euro.

Proficua la collaborazione tra Acer Reggio Emilia e Avs basata sulle analogie climatiche in cui le due aziende operano che hanno favorito il confronto sulle tecniche, i materiali e le soluzioni adottate dei rispettivi interventi di riqualificazione.

Molti infatti gli studi e ricerche su cui le due aziende stanno collaborando, finalizzate alla realizzazione di edifici a consumo “quasi zero” che tengano conto delle specificità presenti nell’area calda del mediterraneo (Spagna, Italia, Francia, Portogallo) e nella differente area continentale (Austria, Germania, Inghilterra, Francia, Belgio, Estonia, Svezia).

Interventi sugli edifici sostenuti e promossi dall’Unione Europea che mette a disposizione, tramite bando, una serie di finanziamenti ai quali Acer Reggio Emilia e Avs stanno lavorando per realizzare programmi comuni in cui, insieme ad altre aziende di social housing, istituti di ricerca, università, istituzioni pubbliche e privati, si impegnano a trovare soluzioni innovative e sostenibili su rigenerazione urbana, efficienza energetica, smart grid ed edifici intelligenti, rendere gli interventi realizzabili e, infine, attrarre investimenti e contributi finanziari.

La visita della delegazione spagnola a Reggio si è conclusa con la definizione di alcuni nuovi obiettivi di lavoro su cui sviluppare programmi di collaborazione proprio su questi temi.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *