Sette comuni reggiani tra i “borghi felici”. Spicca Rubiera al 26mo posto, Casalgrande segue al 35mo

18/8/2014 – Sono quattro i piccoli comuni della provincia autonoma di Bolzano fra i primi dieci della classifica pubblicata dal Sole24Ore sui borghi felici d’Italia, vale a dire un bouquet di 176 comuni minori dove si vive bene, la qualità della vita e l’efficienza sono superiori alla media, e anche la politica è più vicina, secondo i criteri prescelti, al cittadino.

Al primo posto svetta Brunico, al secondo Vipiteno (entrambi targati BZ), al terzo Sirmione, città termale e turistica sul Garda, provincia di Brescia.

Seguono Appiano (Bz) Bardolino (Verona), Iseo (Brescia), Caldaro (Bz, confina con Appiano) Argelato (Bologna), unico comune emiliano tra i primi dieci, Alba, Calenzano (Firenze).

All’undicesimo Lana, altro comune del sud Tirolo, e al dodicesimo Curtatone (Mantova).

I comuni della provincia di Reggio Emilia, nella classifica dei c.d. “borghi felici” sono sette. Il migliore è Rubiera, e per trovarlo bisogna cercarlo al 26mo posto: in Emilia comunque è preceduto da Granarolo, Zola Predosa, Sala Bolognese, Castelnuovo Rangone, Campogalliano al 22mo posto e Castenaso.

Nelle classifiche parziali, Rubiera si piazza al 16mo posto per i rapporti sociali, al 17mo per la partecipazione alla vita politica e al 33mo per le condizioni di vita materiali, ma precipita nella parte bassa per istruzione e cultura (137) e per la sicurezza (115).

Dietro Rubiera, fra i reggiani, si piazza Casalgrande al 35mo posto, quindi Bibbiano al 46, Quattro Castella al 61, Gattatico in 84ma posizione, Castellarano al 101 (173mo per sicurezza) e Sant’Ilario al 109 (159 per sicurezza).

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. vedere oltre Rispondi

    18/08/2014 alle 19:38

    ‘ Chi c’è c’è… e chi non c’è non c’è….’.

    (Giovanni Lindo Ferretti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *