Si schiantano con uno scooter rubato: denunciati due uomini di S. Martino in Rio

23/8/2014 – Mentre il figlio veniva portato in ospedale dopo essersi schiantato con lo scooter, il padre recuperava il mezzo risalendo e contattando, attraverso i documenti, il proprietario per restituirgli il ciclomotore, ignaro che fosse stato rubato nella notte.

Il proprietario, che aveva già formalizzato la denuncia, si è quindi presentato ai Carabinieri di San Martino in Rio, riferendo della telefonata. Il genitore, un cinquantenne, era in totale buona fede e non sapeva che era stato rubato.

Il figlio, con un amico, uno di 25 e l’altro di 30 anni, erano usciti fuori strada in Via Per Rubiera a San Martino in Rio. E mentre il figlio veniva soccorso e trasporto in ospedale (fortunatamente per lui prognosi di soli 5 giorni), l’amico si è allontanato. Al padre giunto sul luogo dell’incidente non è rimasto altro da fare che recuperare il ciclomotore che poi ha fatto avere al proprietario ignaro che fosse rubato.

I Carabinieri di San Martino in Rio al riguardo sono riusciti a identificare in un 25enne sempre del paese l’amico del 30enne ferito. Per i due, alla luce di quanto accertato dai Carabinieri di San Martino in Rio, è scattata la denuncia in stato di libertà in ordine al reato di concorso in ricettazione. Il ciclomotore danneggiato veniva restituito al derubato.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. ci vorrebbe un amico... Rispondi

    26/08/2014 alle 10:32

    A volte succede di mettersi in casa dei ladri scambiandoli per amici.
    In gioventù…poi se abbiamo capito la lezione possimao avere la garanzia che assisteremo al suo funerale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *