Mostri umanoidi
Orrore a Brescia: cane ammazzato a bastonate davanti a un bambino

1/8/2014 – L’on. Michela Vittoria Brambilla, nella sua qualità di rappresentante legale della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente e di presidente della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, ha denunciato alla Procura della Repubblica di Brescia la brutale uccisione di un cane, “reo” di non obbedire prontamente agli ordini e perciò torturato a morte davanti agli occhi di un minorenne in Valcamonica.

topo31Il crimine, compiuto il 18 luglio scorso con la partecipazione di tre persone, è stato documentato da una sequenza fotografica pubblicata sul quotidiano “Bresciaoggi”. Poiché il cane è stato bastonato e lapidato sotto gli occhi di un bambino, la denuncia prospetta non solo i reati di maltrattamento e uccisione di animale (articoli 544 bis e ter del codice penale) ma anche quello di maltrattamento in famiglia o a danni di un minore affidato in custodia (art.572 del codice penale).

“Sembra – ha osservato l’ex ministro Brambilla – che la serie di fotografie scattate da un escursionista di passaggio abbia reso possibile l’identificazione  dei responsabili di questo gesto, uno di quelli che tolgono speranza e fiducia nell’umanità. Di fronte a tanta barbarie, alla gratuita crudeltà verso il cane, alla totale incuria per la sensibilità del minorenne, è davvero difficile trovare parole adeguate. E’ una brutalità che lascia senza fiato. Purtroppo l’auspicabile condanna dei delinquenti – sia pure con il massimo rigore della legge, che in questi casi prevede anche la reclusione – non potrà restituire la vita all’animale né la serenità al bambino che ha assistito ad un simile scena”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *