Nigeriano sfregia nigeriano con un cacciavite, e lo manda all’ospedale. Tutto per una battuta a una festa di matrimonio

1/8/2014 – Hanno trascorso assieme la serata festeggiando il matrimonio di un comune amico, poi, complice una battuta di troppo, i festeggiamenti hanno avuto uno strascico di violenza. Uno degli invitati é finito all’ospedale, aggredito a colpi di cacciavite da un altro invitato che lo aveva seguito sino a casa.

Teatro dell’episodio di sangue, neanche a dirlo, la zona della stazione ferroviaria di Reggio Emilia, dove i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Reggio Emilia sono intervenuti in forze per soccorrere l’aggredito e per ricostruire la vicenda, culminata con la denuncia dell’aggressore.

Con l’accusa di lesioni aggravate hanno denunciato alla Procura reggiana un cittadino nigeriano di 25 anni a cui i Carabinieri hanno sequestrato il cacciavite lungo 17 centimetri utilizzato nella lite e recuperato lungo Via Piani, dove era stato gettato dall’indagato in fuga dopo l’aggressione.

La vittima, un connazionale 24enne abitante in zona stazione, è stato curato al S. Maria Nuova e dimesso con una prima prognosi di 15 giorni per ferite multiple da cacciavite.

A quanto si è appreso, durante i festeggiamenti il ferito in modo scherzoso ha preso in giro l’aggressore che ha mal digerito la battuta, covando rabbia e rancore sfociati nell’aggressione.

Nottetempo armato di un cacciavite lungo una ventina di centimetri ha raggiunto l’amico presso la sua abitazione in zona stazione. Prima ha inveito contro di lui, poi è passato alle vie di fatto colpendolo con pugni e con un cacciavite al volto, sino a lasciarlo esanime a terra e darsi alla fuga.

Quindi l’allarme al 112 dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Emilia che, dopo aver soccorso il ferito, hanno identificato e denunciato l’aggressore, un nigeriano abitante a Parma.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *