Iren: polemiche su Viero a Genova, controllore dei dirigenti della Regione

26/8/2014 – La dirigenza di Iren continua ad alimentare polemiche, e non solo per gli stipendi.

Sotto tiro a Genova c’è Andrea Viero, l’uomo portato da Delrio ai vertici di Enìa, e ora vicepresidente di Iren oltre che amministratore delegato di Iren Ambiente e di Trm, la società di gestione dell’inceneritore di Torino.

Di Viero si occupa Marco Preve su Repubblica Genova, a proposito di un conflitto d’interessi che ha messo a rumore gli ambienti politici e sindacali. È il classico caso del controllato che controlla i controllori.

Il vicepresidente di Iren infatti fa parte dell’Oiv, l’organismo indipendente di valutazione incaricato di dare i voti – da cui dipendono determinate componenti dello stipendio – ai dirigenti della Regione Liguria. Con lui ne fanno parte il segretario generale dell’ente, Roberto Murgia, e Giovanni Valotti, docente alla Bocconi (università che peraltro organizza corsi di formazione per la Regione).

L’inserto genovese fa notare che il ruolo di Viero si intreccia con quello della Regione, chiamata a dire la sua su diverse questioni riguardanti Iren, come il depuratore di Cornigliano e il progetto della colmata e del depuratore alla foce dell’Entella a Lavagna.

“Il ruolo di Viero – osserva Repubblica – potrebbe generare illazioni sulle decisioni della Regione”. E cita il caso della dirigente Gabriella Minervini, a capo del dipartimento Ambiente “nota per i suoi ‘no’ distribuiti trasversalmente sia ai tempi della giunta Biasotti che in quelle successive targate Burlando”. Proprio alla Minervini, l’organismo di valutazione (di cui fa parte Viero) avrebbe assegnato la valutazione più bassa fra i dirigenti di via Fieschi.

Tuttavia il ruolo di Viero appare ancor più delicato rispetto ad Amiu (azienda rifiuti di Genova) dato che Iren sarebbe un pretendente di prima fila in vista della privatizzazione della municipalizzata genovese. Inoltre sono sempre più insistenti le voci su una prossima acquisizione da parte di Iren dell’Acam di Spezia che – fallito in zona Cesarini l’accordo con Hera – sta affondando sotto il peso di oltre 300 milioni di debiti, che stanno bloccando i bilanci di numerosi comuni.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Iren: polemiche su Viero a Genova, controllore dei dirigenti della Regione

  1. Nadia Borghi Rispondi

    27/08/2014 alle 09:02

    ma noi siamo specializzati a comprare debiti, tanto ce li mettono in bolletta, e allora che problema c’è? Viero sta facendo manovre losche per ottenere “fiducia”su una scatola in fallimento, ma i Sindaci hanno votato il bilancio e allora significa che va tutto bene!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Valeria Rispondi

    28/08/2014 alle 12:46

    Iren è stato ed è il bancomat dei politici di centrosinistra…finchè dura!
    Intanto guradatevi la semestrale di oggi, confrontatela con quella di HERA e poi vendete il prima possibile le azioni IREN.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *